Risparmio gestito – Man, un buon bilancio

A
A
A

Man Group plc. (FTSE 100): aggiornamento sui risultati di esercizio prima della chiusura al 31 marzo 2011

Avatar di Redazione30 marzo 2011 | 08:15

 

Principali dati operativi

·          Il patrimonio gestito (FUM) al 31 marzo 2011 è stimato pari a 69,0 miliardi di USD (31 dicembre 2010: 68,6 miliardi di USD).

·          La raccolta netta del quarto trimestre dovrebbe attestarsi a circa 0,7 miliardi di USD, a fronte di sottoscrizioni pari a 5,3 miliardi di USD (per lo più relative a prodotti long-only e ai fondi alternativi aperti) e di rimborsi pari a 4,6 miliardi di USD.

·          L’andamento degli investimenti  è stato sostanzialmente flat a gennaio e febbraio, poiché la performance positiva di GLG ha controbilanciato quella negativa di AHL, la cui performance ha  subito una notevole flessione  a seguito del terremoto in Giappone, ma ha già iniziato a recuperare terreno.

·          Sono stati compiuti buoni progressi verso il raggiungimento degli obiettivi strategici: integrazione di GLG; vendita della quota in BlueCrest; ottenimento di un importante mandato Multi-Manager.

·          È stato raggiunto un accordo definitivo per l’acquisizione della rimanente quota del 50% in Ore Hill e la sua integrazione in GLG.

 

Principali dati finanziari

·          L’utile statutario prima delle imposte da attività continuative è stimato pari a 280 milioni di USD, compresa la riduzione del valore (goodwill) del business Multi-Manager (2010: 541 milioni di USD); l’utile rettificato prima delle imposte è stimato a 560 milioni di USD (2010: 560 milioni di USD).

·          L’utile per azione statutario diluito da attività continuative è stimato a 7,5 centesimi di USD per azione (2010: 24,8 centesimi di USD per azione); l’utile per azione rettificato è stimato a 24 centesimi di USD per azione (2010: 25,5 centesimi di USD per azione).

·          La posizione finanziaria rimane solida, con un’eccedenza di circa 350 milioni di USD rispetto al capitale regolamentare, che sale a circa 850 milioni di USD con i proventi della vendita di BlueCrest; la posizione netta di liquidità, compresi i proventi della vendita di BlueCrest, si attesta a 900 milioni di USD.



Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

BlackRock sulle orme di Elvis

Risparmio gestito, un’idra a tre teste

Aviva, crescita a doppia cifra

Investimenti, uno sguardo alla seconda metà dell’anno

DeA Capital alle grandi manovre

Risparmio gestito e commissioni, il grande paradosso

Anima, utile giù ma masse in crescita

Elezioni Johnson, i gestori dicono la loro

BlackRock, utile giù ma crescono gli asset

Morgan Stanley, trimestre in calo ma sorridono le gestioni

Consulenti, italiani stuzzicati dal risparmio gestito

Etp, a giugno raddoppiano i flussi

Risparmio Gestito, fusioni e alleanze in vista

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 6/06/2019

Edmond de Rothschild AM, incetta di nomine

Assogestioni: SSGA e Mediolanum dominano, Poste in coda

Pir 2, uno sguardo al futuro

Pir 2: bene ma non benissimo

Consulenti, persona giuridica? Anche no

Bnp Paribas AM, Gambi è il nuovo responsabile globale degli investimenti

Gestori in vetrina – iShares

Gestori in vetrina – Vanguard

Gestori in vetrina – Aviva Investors

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 7/05/2019

Gestori in vetrina – Ubs GWM

Fondi di investimento, il migliore e il peggiore del 6/05/2019

Gestori in vetrina – Kairos

Fondi, arriva il gigante europeo

Fondi, non ci sono più i gestori di una volta

Gestori in vetrina – Gam

Borsa, continua lo sprint del risparmio gestito

I luoghi comuni del consulente finanziario

Risparmio gestito, in arrivo altri 250 miliardi nel prossimo triennio

Ti può anche interessare

Pir, il grande gelo continua

A gennaio la raccolta è stata di 60 milione. Difficile che si possano raggiungere i 2,7 miliardi di ...

Assogestioni, pioggia di deflussi a novembre

Una vera e propria "november rain" ...

Fondi, top e flop del 08/11/18

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...