Risparmio gestito – Salone del risparmio, ecco gli ospiti

A
A
A

Mercoledì 6 aprile alle 9.00 si aprono i battenti della seconda edizione del Salone del Risparmio, il più importante evento dedicato al settore del risparmio gestito.

di Redazione30 marzo 2011 | 11:30

Manca solo una settimana all’inizio dell’edizione 2011 del Salone del Risparmio, la manifestazione interamente dedicata al settore del risparmio gestito.
Mercoledì 6 aprile alle 9.00 nell’Aula Magna dell’Università Bocconi (Edificio Grafton, via Roentgen 1) la manifestazione sarà aperta da Domenico Siniscalco, presidente di Assogestioni, l’associazione italiana dei gestori del risparmio che ha ideato e organizzato il Salone del Risparmio.
Sul sito internet dedicato della manifestazione, www.salonedelrisparmio.com, si sono registrate, a oggi, oltre 7.500 persone, un numero di iscritti già superiore rispetto a quello dell’anno scorso. Il programma prevede circa 60 tra conferenze, seminari e corsi di formazione, animate da oltre 150 relatori. Più di 60, infine, le società del settore presenti.

Oltre ai rappresentanti delle società organizzatrici e degli sponsor, al Salone interverranno molte autorità politiche, istituzionali, accademiche. Tra i tanti ricordiamo: Giulio Tremonti, Ministro dell’Economia e delle Finanze, Letizia Moratti, sindaco di Milano, Giuseppe Vegas, Presidente Consob, Guido Tabellini, rettore Bocconi, Ferruccio De Bortoli, direttore Corriere della Sera, Massimo Sarmi, ad di Poste Italiane,  Roberto Nicastro, direttore generale Unicredit, Michael Spence, premio Nobel per l’Economia, Andrea Beltratti, presidente Intesa Sanpaolo, Jean-Baptiste de Franssu, presidente di Efama (“l’Assogestioni europea”), Arnaldo Borghesi, tra i più famosi banchieri d’affari italiano, Daniel Gros, direttore del Ceps (Centre for European Policy Studies) di Bruxelles, l’economista Marco Vitale e il critico d’arte Philippe Daverio, che parlerà della prospettiva nell’arte e nella finanza.
Per partecipare agli incontri è necessario iscriversi (i posti in sala solo limitati), accedendo al sito del Salone, da dove è possibile anche consultare il programma dell’intera manifestazione.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Doppietta di nomine per Jupiter AM

Pictet, il fondo va in città

Una semestrale Mirabaudlante

Lazard AM, cambia la direzione

Fidelity e la forza del Dragone

Investimenti, sugli emergenti non pesa la sfida commerciale

Asset allocation, Einstein (e Leonardo) in spiaggia

Investimenti: Lira turca, l’emergenza continua

Investec AM, si aggiorna la gamma degli alternativi

Asset allocation, tentazione emergente

Cari gestori, cambiate le commissioni

Anima, raccolta ok e masse gestite al top

Lombard Odier, una nomina per la svolta digitale

Investimento passivo, una falsa sicurezza

Crescita a due cifre per Aviva in Italia

Addio a uno dei pionieri nella gestione di fondi di private equity

Sull’etf splende il Sol Levante

Enasarco, arriva l’interrogazione parlamentare

Trimestre a tutta raccolta per T. Rowe Price

Dws, cambia la guida nel Sud Europa

Comgest sceglie l’analista Hyuga

Etf, la tattica paga di meno

Asset allocation, lo stile di vita fa guadagnare

iShares, l’era del model portfolio

Axa IM sim, cambia il servizio non la sostanza

Il (vecchio) passivo è morto, evviva il (nuovo) passivo

Green Arrow Capital, due fondi e una piattaforma per gli alternativi

L’industria dei fondi vale una montagna di soldi

Fineco AM dà il cambio ad Amundi sui CoreSeries

Mondiali di calcio, vincerà la Germania. Lo dice il gestore

Syz mette su massa

Contenere il rischio è l’obiettivo

La raccolta ci mette l’Anima

Ti può anche interessare

Algebris debutta sul mercato dei Pir

Algebris ha poi nominato Luca Mori quale specialista di azionario italiano, per ampliare le credenzi ...

Sidoti (WisdomTree): “Puntare sui mercati emergenti con i prodotti indicizzati”

Possibili strategie di investimento sugli emerging markets con strumenti legati ai dividendi ...

Portafoglio, tre regole per ottimizzarlo

Costruire un’asset allocation ben fatta non è un’impresa difficile per il professionista. Ecco ...