Nuovi fondi di protezione per Cattolica Life

A
A
A

La compagnia assicurativa controllata dal gruppo Cattolica Ass. e partecipata al 40% dal gruppo B.P.Vicenza colloca “Protezione VI/2017” e “VII/2017”. Questi strumenti…

Avatar di Redazione6 settembre 2011 | 08:45

Cattolica Life, la compagnia assicurativa controllata dal gruppo Cattolica Ass. e partecipata al 40% dal gruppo B.P.Vicenza, lancia due nuovi fondi della polizza “Ensemble 2010”: “Protezione VI/2017” e “VII/2017”, in collocamento dal 1° settembre al 31 ottobre 2011 presso le filiali della B.P.Vicenza.

Ensemble 2010 è un contratto di tipo unit linked, uno strumento finanziario le cui prestazioni sono collegate al valore delle quote di uno o più fondi interni che il cliente può selezionare per soddisfare le proprie esigenze di risparmio e di investimento finanziario, sulla base della propria propensione al rischio e delle proprie aspettative di rendimento.

La polizza consente di ottenere, oltre alla copertura assicurativa, la diversificazione degli strumenti finanziari presenti nei portafogli attraverso l’accesso a fondi protetti e fondi collegati anche a strumenti Etf in funzione del profilo di rischio del cliente.

I fondi Protezione VI/2017 e Protezione VII/2017, riservati alla rete di B.P.Vicenza, hanno l’obiettivo di far conseguire, nell’orizzonte temporale consigliato, un valore dell’investimento non inferiore al premio versato entro il 1° agosto 2017 e si propongono di proteggere il capitale investito dall’investitore-contraente. Entrambi permettono di investire sul potenziale di crescita del mercato azionario con l’obiettivo della restituzione del capitale in occasione della scadenza dell’orizzonte temporale previsto.

I due strumenti prevedono la liquidazione di tre cedole fisse pari al 3% per i primi 3 anni ed il pagamento il 1° agosto 2017 di una cedola potenziale collegata alla performance degli indici di riferimento sottostanti nel periodo compreso tra il 31 ottobre 2011 e il 18 luglio 2017.
 Nel dettaglio, il fondo Protezione VI/2017 prevede una partecipazione pari all’87% della media delle performance dell’indice “DJ Eurostoxx 50 Risk Control Excess Return 10% (Eur)”, collegato all’andamento delle 50 azioni delle società a maggiore capitalizzazione quotate nei principali mercati regolamentati dell’area Euro.

Quanto al fondo Protezione VII/2017, esso prevede una partecipazione pari al 74% della media delle performance dell’indice “S&P Global Energy Daily Risk Control 10% (Eur)” collegato all’andamento delle 30 aziende più capitalizzate a livello mondiale che operano nel settore dell’energia pulita (produzione e commercializzazione di energie pulite e relative attrezzature). Alla data del 1° agosto 2017, salvo l’esercizio del riscatto, gli investimenti presenti nei due fondi protezione verranno automaticamente spostati nel fondo Etf Conservativo.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Cattolica, il nuovo piano punta sul bancassurance

Nasce H-Campus, il polo dell’innovazione di H-Farm con Cdp e Cattolica Assicurazioni

Cattolica Assicurazioni, Atanasio Pantarrotas è il nuovo responsabile pianificazione e controllo

Ti può anche interessare

Mirabaud Asset Management si rafforza con Singh

Singh, con alle spalle 13 anni di esperienza sui mercati emergenti, potenzia le competenze del team ...

Amundi, Ilaria Pisani Head of Asset Management Clients della business unit ETF per l’Italia

Ilaria Pisani è ora Head of Asset Management Clients della business unit ETF, Indexing & Smart ...

Fondi, top e flop del 29/01/19

La rubrica dedicata al risparmio gestito ...