Fondi immobiliari, nuovo prodotto per Prisma Sgr e Invesco

A
A
A
di Redazione 18 Novembre 2011 | 09:53
Le due società hanno siglato un accordo per lanciare un nuovo fondo immobiliare paneuropeo di diritto italiano di tipo riservato, destinato ad investitori istituzionali …

Prisma sgr e Invesco insieme per lanciare un nuovo fondo immobiliare paneuropeo di diritto italiano di tipo riservato, destinato ad investitori istituzionali. Nel dettaglio, spiegano l’operatore italiano di investment management immobiliare e l’asset manager, il fondo promosso da Prisma sgr, investirà in immobili a reddito localizzati in vari Paesi europei: indicativamente il 50% del portafoglio sarà costituito da immobili a destinazione d’uso uffici e la parte restante sarà rappresentata da immobili a destinazione d’uso retail e logistica.

Fino al 25% circa del portafoglio del fondo potrà essere investito in Italia e sarà gestito direttamente da Prisma sgr; quanto a Invesco, esso opererà al fianco di Prisma tramite la divisione Invesco Real Estate – che ad oggi gestisce oltre 45 miliardi di dollari – quale investment manager per la quota di portafoglio che verrà investita nel resto d’Europa.

La strategia di investimento sarà aggiornata periodicamente sulla base delle indicazioni del Global Real Estate Research Team di Invesco. “Grazie alla capillare presenza sui mercati europei di Invesco e nel mercato italiano di Prisma sgr, il Fondo potrà identificare le opportunità di investimento e sfruttare al meglio l’andamento del mercato immobiliare sia a livello globale che locale”, commentano le due società.

Inizialmente il nuovo strumento – di durata 15ennale – si focalizzerà sui mercati francese e tedesco e più in generale del Centro Europa. Ma già nel breve periodo verranno inseriti nell’asset allocation  anche Italia e Regno Unito sulla base di specifiche opportunità di investimento, con un focus più strategico sul mercato italiano con un orizzonte temporale di 12-36 mesi.

L’avvio della raccolta (che punta a circa 300 milioni di euro) è prevista nelprimo trimestre 2012. Quanto a rendimento, si prevede un dividend yield annuo intorno al 4%-5% e un IRR a vita intera del 6,5%. “Confidiamo che l’accordo siglato con Invesco rappresenti solo l’inizio di una fruttuosa collaborazione che vedrà il lancio di altri fondi immobiliari con un target di investimento europeo”, ha dichiarato Alberto Carpani, amministratore delegato di Prisma sgr.

Prisma sgr punta ad uno sviluppo significativo nel segmento immobiliare, proseguendo così un percorso iniziato con l’acquisizione di Zero sgr nel luglio di quest’anno, con l’obiettivo di raggiungere complessivamente 3 miliardi di euro di asset mobiliari ed immobiliari in gestione entro la fine del 2013”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Con Irerf Acs Sgr punta sui nuovi format immobiliari

Fondi immobiliari, il peso del fisco

Gros-Pietro (Intesa Sanpaolo): 50 miliardi di immobili pubblici cedibili

NEWSLETTER
Iscriviti
X