La Financière de l’Echiquier si rafforza con Bay

A
A
A

A Jean-François Bay sarà affidato il compito di elaborare un piano strategico per consolidare la relazione di LFDE con la clientela.

Chiara Merico di Chiara Merico4 maggio 2017 | 12:12

L’INGRESSO – La Financière de l’Echiquier (LFDE) annuncia oggi l’ingresso – a far data dal 15 maggio prossimo – di Jean-François Bay (nella foto) in qualità di development, strategy and international director. A Jean-François Bay, membro del Comitato di Direzione, che riporta direttamente a Didier Le Menestrel, presidente e direttore generale della società, sarà affidato il compito di elaborare un piano strategico per consolidare la relazione di LFDE con la clientela, ossia consulenti finanziari, investitori istituzionali, banche private e family office, in Francia e all’estero. Jean-François Bay sarà a capo di un team di una trentina di persone di cui dieci dedicate allo sviluppo della società al di fuori della Francia. Jean-François Bay inizia la sua carriera in ambito commerciale rivolto agli istituzionali presso OFI AM, per poi entrare in una società internazionale, Invesco. Entra nel 2000 nella società di gestione alternativa ADI Gestion in qualità di sales manager. Nel 2002 fonda Seeds Finance e Multiratings, di cui sarà amministratore delegato fino all’acquisizione, nel 2010, da parte di Morningstar, uno dei maggiori fornitori di analisi finanziaria indipendente. Jean-François Bay diventa allora amministratore delegato di Morningstar France che occupa oggi 50 persone. Socio onorario fondatore dell’Associazione Francese degli Investitori Istituzionali (AF2i) è laureato in finanza presso l’Institut Supérieur du Commerce (ISC). “Sono molto lieto che ci raggiunga una personalità nota e apprezzata nel settore. Conosco Jean-François da molti anni. Mi hanno sempre colpito la sua ottima conoscenza dei mercati e dei loro attori ma anche le sue idee, il suo entusiasmo e la sua ambizione”, ha dichiarato Didier Le Menestrel. “La nostra offerta si è notevolmente ampliata nel corso degli ultimi anni con l’inserimento di fondi diversificati globali e l’apertura di una gamma di gestione alternativa. L’esperienza e la visione imprenditoriale di Jean-François ci consentiranno di sostenere questa diversificazione e di accrescere ulteriormente la nostra capacità di creazione di valore per i nostri clienti”.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Lo scacchiere si muove a primavera

La Financière de l’Echiquier, Arrighi a capo dell’Italia

La Financière de l’Echiquier, de Berranger nuovo cio

Ti può anche interessare

State Street Global Advisors: perché è troppo presto per una reflazione globale

Il pacchetto di stimoli fiscali di Trump pone le basi per una possibile accelerazione delle maggiori ...

State Street: fondi monetari nel cuore degli investitori istituzionali

Il 43% degli investitori istituzionali pensa che quest’anno i tassi dei depositi bancari a termine ...

Payden & Rygel, accordo con Lombard Odier

L'accordo riguarda la gestione del nuovo comparto Emerging Market Debt in hard currency. ...