Crisi: alla ricerca di rendimenti reali positivi

A
A
A
Avatar di Redazione 2 Luglio 2012 | 09:32
Secondo Allianz Global Investors che, a conclusione del recente Investment Forum a Hong Kong, invita a seguire in particolare i mercati azionari…

Focus sul mercato azionario delle small cap, titoli growth e società con elevati payout ratio, le obbligazioni e le valute asiatiche, gli investimenti. Sono le indicazioni di Allianz Global Investors che, a conclusione del recente Investment Forum a Hong Kong, è dell’opinione che per fronteggiare la crisi finanziaria gli investitori dovrebbero ricercare asset class che offrano rendimenti reali positivi. I partecipanti hanno condiviso l’opinione di AllianzGI in merito allo scenario più probabile: la compagine della zona euro non cambierà, sebbene sia ancora prematuro sancire il cessato allarme per la Grecia dopo le ultime elezioni. Il rischio di sviluppi negativi, in particolare sul fronte dei rischi politici, rimane elevato.

“Il nostro scenario di base prevede tuttora che l’euro sopravviva alle attuali sfide”, ha commentato Andreas Utermann, global chief investment officer di Allianz Global Investors. “Detto questo, riteniamo che una soluzione positiva della crisi europea non possa prescindere da tre condizioni: un’unione bancaria europea e una ricapitalizzazione del settore bancario diversificata per paese; un Fiscal Redemption Fund, come suggerito dal Consiglio tedesco dei saggi, per giungere a una soluzione di mutualizzazione del debito per la quota eccedente il 60% del Pil; infine, l’intervento della Bce come prestatore di ultima istanza”.

“In un periodo di repressione finanziaria i costi ricadono su obbligazionisti e risparmiatori”, ha spiegato Stefan Hofrichter, chief economist di Allianz Global Investors, “mentre le prospettive sono migliori per gli investitori azionari. Le distorsioni dei tassi di interesse senza dubbio possono determinare un’allocazione inefficiente del capitale, capace di soffocare la crescita a medio termine, tuttavia molte società dei paesi industrializzati abbondano di liquidità che possono incanalare verso i dividendi, a tutto vantaggio degli azionisti”. Questo scenario, destinato a perdurare secondo i partecipanti al Forum, non è privo di conseguenze per gli investitori, considerato che anche le obbligazioni di elevata qualità sono sopravvalutate. A meno che i titoli non siano mantenuti fino a scadenza e in portafogli in grado di evitare il mark-to-market, gli obbligazionisti corrono il rischio di assistere a un calo delle valutazioni quando la marea della repressione defluirà. A fronte di queste forti pressioni sugli obbligazionisti, vi sono diverse asset class che potrebbero generare rendimenti reali.

Oltre a materie prime, settore immobiliare e investimenti infrastrutturali, queste asset class comprendono in particolare i titoli azionari e le obbligazioni e valute asiatiche. “Considerato lo stato di salute relativamente buono delle finanze pubbliche nei paesi emergenti asiatici, la solidità delle partite correnti, le elevate riserve in valuta estera e – in media – le valute sottovalutate”, conclude Utermann, “consideriamo molto interessanti i mercati asiatici del reddito fisso. Nel segmento azionario, le small cap e le società con elevati payout ratio dovrebbero rappresentare la prima scelta per gli investitori. I dividendi sembrano destinati a essere il principale driver dei rendimenti azionari”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Dividendi, cosa accadrà nel 2020

Allianz GI punta sulla sostenibilità

Allianz GI, cambiamento ai vertici

Allianz GI: Linker per l’Italia, D’Avenia vola negli States

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Allianz Global Investors

ASSET CLASS in edicola: “Gestori attivi per vocazione”

Banca Generali, AllianzGI sopra il 5%

Allianz GI: il futuro passa dall’Asia

Quanti guadagni con la volatilità

Fondi, se resta solo la commissione di performance (o quasi)

Strategie multi asset per mantenere la rotta

D’Avenia (Allianz Gi): “Il risparmio gestito è ancora in forma”

Allianz GI promuove Vigliotti

Allianz GI: nella disruption generale, la gestione attiva è fondamentale

Allianz Global Investors rafforza la struttura commerciale in Italia

Tensioni geopolitiche primo fattore di rischio percepito

Allianz GI: Bce, quale scenario per la riunione del 7?

AllianzGI prende Mahajan da MetLife

E’ IN EDICOLA IL NUOVO IFINANCE: ECCO LE ESCLUSIVE DI QUESTO NUMERO

Chan (Allianz Gi): “Perché le azioni asiatiche hanno ancora appeal”

Allianz GI lancia la prima strategia di investimento sull’intelligenza artificiale

Allianz Brazil Equity At rimbalza, ma il bilancio resta in rosso da inizio anno

Allianz GI: la svalutazione del Renminbi e l’impatto sui mercati

Allianz Global Investors getta le reti a Marr e va sopra il 5%

Allianz Global Investors, Tobias Pross a capo del business Emea

Ras Lux Equity Europe torna a far sorridere i sottoscrittori

Allianz Global Investors: le tre “frecce” per la crescita dell’Eurozona

Alberto D’Avenia (Allianz GI): “nella seconda parte dell’anno puntiamo alla gestione attiva”

Allianz Global Investors Top Funds Marzo 2013

Allianz Global Investors Top Funds Febbraio 2013

Allianz Global Investors Top Funds Gennaio 2013

Allianz GI arricchisce l’applicazione con nuovi tool e contenuti

Le parole del gestore: Allianz GI, meglio il debito del Nord Europa

Ti può anche interessare

Top 10 Bluerating: i migliori fondi Area Euro – Large e Mid Cap

Le classifiche esclusive di Bluerating dedicate ai migliori prodotti del risparmio gestito disponibi ...

Consulenti, qualche consiglio per un’asset allocation prudente

Dopo aver trattato le regole base per un portafoglio a prova di Coronavirus, Bluerating vuole propor ...

Investimenti, paradosso delle obbligazioni “verdi”

Vi presentiamo di seguito un approfondimento dedicato al mondo degli investimenti “verdi” ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X