Super Inps, la Fornero: il rosso sarà coperto

A
A
A
di Maria Paulucci 11 Luglio 2012 | 14:39
L’ente che nascerà dalla fusione con Enpals e Inpdap erediterà le perdite dell’istituto dei lavoratori pubblici

ROSSO PREVIDENZIALE – La gestione finanziaria del super Inps, dopo l’incorporazione di Inpdap ed Enpals, segnerà un disavanzo di quasi 6 miliardi nel 2012, principalmente a causa delle perdite pregresse dell’Inpdap. Però non ci saranno problemi di copertura da parte dello Stato. Lo ha confermato oggi – in audizione presso la commissione bilaterale di controllo sugli enti previdenziali alla Camera – il ministro del Welfare Elsa Fornero.

IL BUCO DELL’INPDAP – “Noi sapevamo che l’Inpdap era in profondo squilibrio per via di decisioni passate e della scarsa attenzione alle regole per il bilanciamento tra prestazioni e contributi”, ha detto il ministro. “Fino a quando l’Inpdap era separato dall’Inps, lo Stato pagava la differenza con il trasferimento diretto. Oggi ci pensa sempre lo Stato. Cambierà solo la modalità di copertura, perché non credo ci sia un trasferimento diretto. Credo piuttosto che l’Inps anticipi e poi lo Stato restituisca”.

MASTRAPASQUA RASSICURA
– A rassicurare sulla capacità dell’Inps di erogare le pensioni è stato anche il presidente dell’istituto Antonio Mastrapasqua, secondo il quale “il buco dell’Inpdap è solo un fatto contabile, quindi nessun allarme e soprattutto nessun allarmismo. Lo Stato interverrà con erogazioni di cassa per garantire le pensioni”. Mastrapasqua ha spiegato che il rosso dipende dal fatto che i lavoratori pubblici sono in calo ma le pensioni ovviamente vanno pagate a chi lo è stato in passato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, al via l’esonero contributivo Inps

Fisco: Inps, posticipata la rata contributiva

Cassa integrazione, sindacati e consulenti criticano l’Inps

NEWSLETTER
Iscriviti
X