Un semestre da dimenticare per il risparmio gestito

A
A
A
Avatar di Redazione 24 Luglio 2012 | 10:38
Superano i dieci miliardi i deflussi registrati dall’industria italiana del risparmio nei primi sei mesi del 2012. Secondo i dati Assogestioni…

GIUGNO IN PROFONDO ROSSO – Si conclude con un sapore amaro il primo semestre 2012 dell’industria del risparmio gestito in Italia, complice il nuovo crollo della raccolta netta registrato il mese scorso: a giugno i deflussi si sono attestati a 4,6 miliardi di euro, il dato peggiore dei sei mesi, trascinando il rosso complessivo da inizio anno a 10,1 miliardi. A maggio la raccolta netta era stata negativa per 1,1 miliardi. E’ quanto emerge dalle ultime rilevazioni diffuse da Assogestioni.

GESTIONI COLLETTIVE E DI PORTAFOGLIO – Nel dettaglio il mese scorso le gestioni di portafoglio hanno visto defluire 2,7 miliardi di euro (-5,8 nel semestre) tra prodotti retail (-1,1 miliardi a giugno; -4,5 nel semestre) e istituzionali (-1,7 a giugno; -1,4 nel semestre), mentre le gestioni collettive hanno concluso il periodo di rilevazione con un rosso di circa 1,9 miliardi (-4,2 miliardi il dato cumulativo da gennaio): dopo la buona performance di maggio, i fondi chiusi sono tornati a registrare perdite (-20 milioni a giugno, ma +972 milioni nel semestre), mentre per i fondi aperti i deflussi sono stati pari a 1,9 miliardi nel mese (-5,2 miliardi da gennaio).

FONDI APERTI – In particolare al’interno di quest’ultima categoria, gli unici a chiudere il mese in positivo sono stati i fondi obbligazionari, che hanno attratto risorse per 498 milioni di euro, pur ritracciando dagli 851 milioni di maggio (8,1 miliardi la raccolta del primo semestre). In rosso invece i fondi azionari (-767 milioni a giugno; -4,3 miliardi nel semestre), i bilanciati (-140 milioni a giugno; -367 nel semestre), i flessibili (-676 milioni a giugno; -3,1 miliardi nel semestre) e gli hedge (-170 milioni a giugno, -1,2 miliardi nel semestre): il totale dei prodotti a lungo termine si è attestato così il mese scorso a -1,3 miliardi, ma si limita a -873 milioni su tutto il primo semestre dell’anno. Completano il quadro i fondi monetari (-621 milioni a giugno, -4,4 miliardi nel semestre) e i prodotti non classificati (+2 milioni; +76 milioni).

BENE I FONDI ESTERI – Sul fronte della domiciliazione dei fondi, continuano a mantenersi in territorio negativo i prodotti di diritto italiano, che hanno visto defluire quasi 2 miliardi di euro solo il mese scorso (-11,2 miliardi da gennaio a giugno), mentre ai fondi di diritto estero sono consegnati in gestione 120 milioni di euro (quasi 6 miliardi nel semestre).

PATRIMONIO – Nonostante i deflussi tuttavia, segnala Assogestioni, l’andamento dei mercati e l’attività di gestione hanno contribuito in maniera efficace alla crescita del patrimonio in capo all’industria, che alla fine del mese, si collocava sopra quota 954 miliardi di euro (dai 951 miliardi di  fine maggio).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Assogestioni, tre temi per il futuro del risparmio gestito

Fondi: dal Kid al Priips, tutti i nodi ancora da sciogliere

Salone del Risparmio, appuntamento rinviato a settembre

NEWSLETTER
Iscriviti
X