Ucits IV è in vigore: crescerà la concorrenza?

A
A
A
di Redazione 9 Agosto 2012 | 10:20
Per garantire condizioni eque di concorrenza per le società di gestione di fondi comuni e una maggiore certezza per gli investitori, la direttiva introduce…

La direttiva Ucits IV, adottata dal Parlamento europeo nel biennio 2009/2010 e recepita in Italia nel maggio del 2012, ha riformato profondamente il settore e ha posto le basi per la creazione di un mercato unico europeo per i gestori di Oicvm, più integrato ed efficiente rispetto al passato. La nuova disciplina, in particolare, ha introdotto il passaporto europeo per i gestori e ha disciplinato il funzionamento delle strutture master-feeder, con l’obiettivo di stimolare lo sviluppo dell’industria e la creazione di nuove opportunità di business. Un’evoluzione che passa anche attraverso una gestione dei rischi più attenta e la sostituzione del prospetto semplificato con il Kiid, il documento che contiene le informazioni-chiave per l’investitore. Tutto ciò mentre già si sono aperti i cantieri per la prossima Ucits V. Per garantire condizioni eque di concorrenza per le società di gestione di fondi comuni e una maggiore certezza per gli investitori, la direttiva Ucits IV introduce norme armonizzate in tema di gestione dei rischi per tutte le società, anche per quelle che non si avvalgono del cosiddetto “passaporto del gestore”. Normative che mirano a definire un presidio per la tutela del risparmio e una maggiore solidità dei mercati, che richiedono un gran lavoro di coordinamento.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Etf, First Trust quota all’Euronext la versione Ucits del Nasdaq Clean Edge Green Energy

East Capital lancia la versione Ucits della strategia A-Shares cinese

VanEck consolida i fondi UCITS a gestione attiva ed ETF europei

NEWSLETTER
Iscriviti
X