Risparmio, i gestori puntano ai vertici di Snam

A
A
A
di Redazione 1 Marzo 2013 | 11:36
I rappresentanti delle sgr e altri istituzionali italiani ed esteri hanno presentato la lista di candidati per il rinnovo degli organi sociali.

I GESTORI SI PREPARANO A SNAM – In vista del prossimo rinnovo degli organi di amministrazione e controllo di Snam Spa, il comitato dei gestori – l’organismo indipendente che riunisce un gruppo di rappresentanti di società di gestione del risparmio e altri investitori istituzionali italiani ed esteri – ha presentato la sua lista di candidati alla carica di amministratore e di sindaco della società. A presentare la lista, come si apprende da una nota, sono stati 16 investitori istituzionali italiani ed esteri.

NOMI E COGNOMI – Si tratta di Aletti Gestielle sgr Spa, Anima sgr Spa, Apg Algemene Pensioen Groep NV, Arca sgr Spa, Bnp Paribas Investment Partners sgr Spa, Ersel Asset Management sgr Spa, Eurizon Capital sgr Spa, Eurizon Capital Sa, Fideuram Investimenti sgr Spa, Fideuram Gestions Sa, Interfund Sicav, Mediolanum Gestioni Fondi sgr Spa, Mediolanum International Funds Limited, Pioneer Asset Management Sa, Pioneer Investment Management sgr Spa e Ubi Pramerica sgr Spa. La partecipazione complessiva detenuta da questi investitori è pari all’1,055% del capitale sociale di Snam.
 
ED ECCO I CANDIDATI – I candidati presentati per l’elezione del consiglio di amministrazione sono Elisabetta Olivieri, Sabrina Bruno e Francesco Gori, mentre i nominativi proposti per il consiglio sindacale sono Massimo Gatti e Luigi Rinaldi. Questa iniziativa, aggiunge la nota, “conferma l’impegno dell’attività del comitato dei gestori nella presentazione di liste di candidati per l’elezione di rappresentanti di minoranza negli organi sociali delle società in cui gli investitori detengono una partecipazione significativa”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati, Snam: outlook positivo e raing EE- da Standard Ethics

Clean energy, Enel, Snam e l’idrogeno. L’analisi di Cecere (Inchcapital)

Rinnovabili, l’Ue alza al 55% il target sulla riduzione delle emissioni al 2030

NEWSLETTER
Iscriviti
X