Fondi, Dnca: la risposta agli investitori per il 2013 si chiama obbligazione convertibile

A
A
A
di Redazione 7 Marzo 2013 | 09:23
La società di gestione francese punta quest’anno su due cavalli di battaglia: il fondo azionario flessibile Dnca Invest Eurose e il fondo Dnca Invest Convertibles.

DUE FONDI SU CUI PUNTARE – Sono due i cavalli di battaglia su cui punta Dnca Finance per affrontare il 2013: il fondo flessibile Dnca Invest Eurose, da tempo punta di diamante dell’offerta della società di gestione francese, e Dnca Invest Convertibles, fondo dedicato alle obbligazioni convertibili europee: sostanzialmente un ibrido che unisce profilo obbligazionario con sensibilità all’azionario.

LE OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI – “Le obbligazioni corporate e convertibili sono la risposta ai clienti prudenti di quest’anno, delusi o impauriti dalla possibilità di avere rendimenti obbligazionari molto bassi, se non addirittura negativi su alcuni tipi di obbligazioni”, ha spiegato a BLUERATING Enrico Trassinelli, managing director della società. “La nostra risposta a questa esigenza del risparmiatore prudente è utilizzare le azioni per migliorare la redditività di un tipico investimento obbligazionario”.

LA FILOSOFIA DI DNCA – Del resto sono un po’ questi i capisaldi della gestione Dnca, ha continuato Trassinelli: “non cedere al panico, non investire in beni rifugio, investire sempre dal lato azionario su azioni di qualità con un prezzo temporaneamente sottovalutato che paga dei bei dividendi. E dal lato obbligazionario investire molto nell’analisi di bilancio delle emittenti e mantenere scadenze  brevi per aumentare la prevedibilità del portafoglio”.

IL TEAM DI GESTIONE – Attualmente la società conta su una squadra di 19 gestori, tra giovani e senior, che lavorano direttamente sui fondi. L’ingresso più recente è stato quello di Jacques Sudre, gestore obbligazionario specializzato nell’analisi di credito, chiamato due mesi fa a coadiovare il team di gestione del fondo Eurose, che conta ad oggi circa due miliardi di euro di masse in gestione.

OBIETTIVI PER IL FUTURO – Quanto al futuro, nei piani di Dnca c’è il lancio di un obbligazionario flessibile, ma senza fretta: “l’obiettivo non è far crescere la gamma troppo velocemente, ci interessa popolare i prodotti esistenti”, ha spiegato Trassinelli: “vogliamo tenere un profilo specializzato sui fondi che gestiamo, che attualmente in Italia sono undici”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti