Bnp Paribas IP, i problemi dell’area euro non sono ancora risolti

A
A
A
di Redazione 22 Marzo 2013 | 11:50
Gli analisti hanno ridotto il sottopeso nelle obbligazioni dell’Eurozona indicizzate all’inflazione, mentre mantengono una sottoesposizione complessiva verso i mercati azionari internazionali.

ASSENZA DI PRESSIONI INFLAZIONISTICHE – L’assenza di pressioni inflazionistiche e la possibile apertura di una fase di deflazione hanno spinto Bnp Paribas IP a ridurre il sottopeso nelle obbligazioni dell’Eurozona indicizzate all’inflazione, che perdura da tempo. Lo ha spiegato Matthieu David, responsabile per la distribuzione esterna di Bnp Paribas Investment Partners: il mese sorso il sottopeso era stato accentuato, ma dato che l’inflazione stimata integrata nel prezzo di questi titoli è scesa di 20 punti base, i motivi alla base di un incremento del sottopeso hanno perso vigore.

SOTTOESPOSIZIONE SUI MERCATI AZIONARI INTERNAZIONALI – Le altre posizioni in portafoglio sono rimaste invariate. “Abbiamo optato per una sottoesposizione complessiva verso i mercati azionari internazionali con un sottopeso nei Paesi emergenti, riconducibile alle modeste previsioni di crescita a livello globale e alla correzione al ribasso delle stime relative ai profitti societari. Il clima incerto in Italia e la crisi a Cipro hanno confermato che i problemi dell’area dell’euro non sono stati completamente risolti. Infine, confermiamo il sottopeso nelle azioni del Giappone”.

REDDITO FISSO – Bnp Paribas IP ha adottato poi una posizione di sottopeso nel reddito fisso dei mercati emergenti denominato in valute forti e ha adottato un sovrappeso nel settore immobiliare, in particolare nei fondi comuni di investimento negli Usa. “Deteniamo una ponderazione neutra nel settore delle materie prime e nei titoli convertibili mentre manteniamo una posizione sovrappesata in liquidità”, ha detto David. “Su base storica l’euro non è particolarmente debole rispetto al dollaro Usa, e riteniamo che un deprezzamento della moneta unica sarà parte del processo di aggiustamento per migliorare la competitività dell’eurozona”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bnp Paribas IP: l’Fmi conferma una crescita mondiale a due velocità

Bnp Paribas IP: mercati globali ancora nervosi

Dargnat (Bnp Paribas IP): la strategia mensile tra Cina, petrolio e Fed

NEWSLETTER
Iscriviti
X