Risparmio gestito, Ignis am chiude il 2012 con 1,97 miliardi di raccolta

A
A
A
di Redazione 8 Aprile 2013 | 11:46
Lo ha annunciato la stessa scocietà di gestione britannica, evidenziando che l’utile di esercizio è stato pari a 53 milioni di euro

RACCOLTA NETTA PARI A 1,97 MILIARDI – Ignis Asset Management ha archiviato il 2012 con un utile di esercizio pari a 53 milioni di euro e con una raccolta netta di 1,97 miliardi di euro. Lo ha annunciato la stessa scocietà di gestione britannica, evidenziando che i risultati “sono stati sostenuti da una solida performance degli investimenti: il 79% del patrimonio in gestione ha battuto i benchmark di riferimento e i risultati dei prodotti analoghi nel corso dell’anno”. In particolare Ignis AM segnala il buon andamento della divisione Fixed income and solutions, guidata da Chris Fellingham, che gestisce 65,3 miliardi di euro e include i prodotti più rappresentativi: i fondi absolute return e i fondi di liquidità. Il patrimonio in gestione diretta al 31 dicembre 2012 era pari a 84,2 miliardi di euro.

IL COMMENTO DEL CEO – “Ignis AM ha fatto notevoli progressi rispetto agli obiettivi dichiarati”, ha commentato il ceo di Ignis AM, Chris Samuel. “Il processo di esternalizzazione dei servizi di back-office e la ristrutturazione della partecipazione di Ignis nelle boutique in jointventure, insieme ai nuovi investimenti su personale, infrastrutture e tecnologia, hanno gettato le basi di una solida piattaforma che servirà a favorire la futura crescita in ciascuno dei mercati in cui operiamo”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Standard Life compra Ignis AM per 390 milioni di sterline

Standard Life mette gli occhi su Ignis AM

Fondi, arriva in Italia un altro ritorno assoluto targato Ignis Am

NEWSLETTER
Iscriviti
X