Risparmio gestito, Schroders inizia il 2014 con il piede giusto

A
A
A
di Maria Paulucci 6 Maggio 2014 | 09:00
La raccolta netta si è posizionata a quota 3,8 miliardi di sterline, portando il patrimonio in gestione a 268 miliardi dai 262,9 di fine 2013.

UN BUON INIZIO D’ANNOSchroders ha chiuso il primo trimestre dell’anno con un utile prima delle imposte e delle componenti straordinarie a 130,7 milioni di sterline, a fronte dei 115 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. La raccolta netta, secondo i dati, si è posizionata a quota 3,8 miliardi di sterline, portando il patrimonio in gestione a 268 miliardi dai 262,9 di fine 2013. L’amministratore delegato Michael Dobson ha commentato: “Il 2014 è iniziato bene per Schroders, con 3,8 miliardi di sterline di nuovi afflussi netti attraverso multi-asset, azioni e reddito fisso”.

NUMERI IN RIALZO – L’utile netto dell’asset management per il trimestre è aumentato del 6%, a 306,2 milioni di sterline dai 289,8 dello stesso periodo del 2013, comprese le commissioni di performance di 6,3 milioni dai 2,8 del primo trimestre dello scorso anno. Riflettendo l’impatto dell’acquisizione di Cazenove Capital nel luglio dell’anno passato, il fatturato netto del wealth management è aumentato del 90%, a 50,3 milioni di sterline dai 26,5 del primo trimestre dell’anno precedente. L’utile prima delle imposte e delle componenti straordinarie è aumentato del 171%, a 13,3 milioni di sterline. Il patrimonio in gestione a fine marzo era a 30,2 miliardi di sterline, a fronte dei 30,1 miliardi di fine anno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Schroders, un addio storico

Schroders, terremoto al vertice

NEWSLETTER
Iscriviti
X