Anima, nel primo semestre corre la raccolta

A
A
A
di Chiara Merico 28 Luglio 2017 | 12:37
La raccolta netta del gruppo Anima nei primi sei mesi del 2017 è stata positiva per circa 1,7 miliardi di euro; il totale delle masse gestite a fine giugno ha superato i 75 miliardi di euro.

CONTI POSITIVI – Semestre positivo per Anima Holding: la raccolta netta del gruppo Anima nei primi sei mesi del 2017 è stata positiva per circa 1,7 miliardi di euro; il totale delle masse gestite a fine giugno ha superato i 75 miliardi di euro (a fronte dei 72,7 miliardi di euro a fine dicembre 2016). Le commissioni nette di gestione hanno raggiunto i 103,6 milioni di euro (in calo del 4% rispetto ai 107,5 milioni di euro del primo semestre dell’anno scorso; il dato del primo semestre 2016, ricorda una nota, comprendeva circa 5 milioni di euro relativi a un mandato istituzionale terminato subito dopo la chiusura del periodo). Nel corso dei primi sei mesi dell’esercizio le commissioni di incentivo sono state pari a 3,7 milioni di euro (in linea con il dato del primo semestre 2016). Considerando queste ultime e gli altri proventi, i ricavi totali si sono attestati a 119,3 milioni di euro (in calo del 3% sui 122,5 milioni di euro del primo semestre 2016). I costi operativi ordinari sono stati pari a 33,4 milioni di euro (in lieve calo rispetto ai 33,5 milioni di euro del primo semestre 2016). L’utile ante imposte ha raggiunto i 72,9 milioni di euro (in aumento di circa il 3% rispetto ai 70,8 milioni di euro del primo semestre 2016), mentre l’utile netto si è attestato a 50,6 milioni di euro (+31% sui 38,7 milioni di euro del primo semestre 2016). Il dato del 2016 scontava integralmente l’effetto dei maggiori oneri (pari a circa 9 milioni di euro) relativi all’accordo fiscale. L’utile netto normalizzato (che non tiene conto di costi o ricavi straordinari e degli ammortamenti di intangibili a vita definita relativi alla c.d. “purchase price allocation” così come del sopra menzionato accordo fiscale) è stato di 60,0 milioni di euro nel primo semestre 2017 (circa +4% sui 57,8 milioni di euro del primo semestre 2016). La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2017 risulta positiva per 207,7 milioni di euro, (192,9 milioni di euro alla fine dell’esercizio 2016). Si ricorda che nel mese di maggio 2017 sono stati pagati dividendi per un importo di circa 77 milioni di euro relativi all’esercizio 2016.

LA RACCOLTA VOLA CON I PIR – “Nel secondo trimestre abbiamo assistito al rafforzamento del trend positivo della raccolta netta, grazie soprattutto alla rivitalizzazione del segmento retail bancario; a questo dato hanno certamente contribuito in maniera importante i nuovi prodotti Pir, il cui collocamento è iniziato nella seconda metà di aprile. Sul fronte dei dati di bilancio il semestre conferma ancora una volta l’impegno di Anima nel perseguire la crescita di valore a favore dei propri azionisti, anche grazie alla valorizzazione delle economie di scala e di contenimento dei costi operativi” ha commentato Marco Carreri, amministratore delegato di Anima Holding S.p.A.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Anima: raccolta ancora positiva e masse in gestione a 200 mld

Investimenti: è ancora “risk on”. Ecco perchè

Risparmio gestito, Anima: la raccolta cresce ancora

NEWSLETTER
Iscriviti
X