Risparmio gestito, Vontobel e il rifugio dei bond societari

A
A
A
di Redazione 13 Giugno 2014 | 07:48
A illustrare le ragioni di questo fenomeno è Mondher Bettaieb, gestore di portafoglio del fondo Vontobel Eur Corporate Bond Mid Yield.

RIFUGIO PER GLI INVESTITORI – Il nuovo rifugio percepito come sicuro e capace di fare performance è l’universo dei bond societari. A illustrare le ragioni di questo fenomeno è Mondher Bettaieb, gestore di portafoglio del fondo Vontobel Eur Corporate Bond Mid Yield, secondo cui nel lungo periodo i tassi di interesse tenuti artificialmente bassi contribuiranno a rendere i debiti sovrani europei molto poco attraenti dal punto di vista degli investitori.

Con debiti che continuano a crescere di pari passo con l’età media della popolazione in Europa, i fondamentali stanno peggiorando.
Sì, si stima che l’aumento dei costi per le pensioni e la sanità in Francia potrebbe aggiungere tra il 27% e il 75% al rapporto debito-Pil francese entro il 2030, quindi nessuna meraviglia se i rating sovrani dovessero calare ancora. Altra pressione arriva poi dal rischio di collasso sociale. Il deleveraging pubblico e privato ostacola la creazione di posti di lavoro e il conseguente alto tasso di disoccupazione ha come conseguenza gravi implicazioni per le prospettive dei titoli azionari. L’attuale crescita dell’equity si basa sull’espansione dei multipli, non sulle entrate e sulla crescita dei profitti. Le obbligazioni societarie sono quindi una valida alternativa ai sempre più deboli debiti sovrani e ai mercati azionari troppo dipendenti dalla crescita. Obbligazioni non garantite e subordinate si posizionano sopra le azioni nella struttura del capitale, offrendo inoltre un migliore ritorno di visibilità rispetto ai debiti sovrani. Sono il rifugio più sicuro. È più facile determinare se lo spread compensa il rischio. Con i governi, bisogna soppesare le dinamiche politiche difficili, come la riforma delle pensioni e le azioni del governo locale. I fattori che muovono la dinamica delle aziende sono più facili da capire.

Un esempio?
Il governo italiano e le Assicurazioni Generali. L’Italia deve affrontare molti problemi. Generali è in parte vincolata al rating BBB dell’Italia, ma ha aumentato la sua solvibilità e generato delevereging. Il suo debito subordinato a dieci anni ha uno spread di circa 480 punti base, che sta compensando gli investitori molto profumatamente. È una società facile da analizzare ed è scalabile.

Il corporate bond ha altri vantaggi sull’azionario.
Già. Il coupon su un’obbligazione è fisso, mentre i dividendi azionari possono sempre essere tagliati. L’analisi fondamentale può essere la stessa, ma azioni e dividendi sono meno prevedibili e con ridotta visibilità. Anche l’investment grade è un nuovo rifugio sicuro. La storia dimostra come esso performi quando le economie sono deboli. Dal 1948, l’investment grade ha restituito una media dello 0,25% di excess return per trimestre, anche se con una crescita del Pil piatta o in diminuzione fino al 3%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: il Dollaro è di Credem

Top 10 Bluerating: Lyxor regina della finanza

Top 10 Bluerating: Schroders si prende la Gran Bretagna

NEWSLETTER
Iscriviti
X