I rincari dei preziosi fanno bene anche a Dws Invest

A
A
A
di Luca Spoldi 20 Giugno 2014 | 14:19
Dopo tre anni difficili tra il 2011 e il 2013, da inizio anno Dws Invest Gold and precious metals ha ritrovato la strada del rialzo. Merito anche della politica monetaria della Fed

LA FED FA BENE AI TITOLI MINERARI-AURIFERI – Le parole della Federal Reserve che rassicura sull’intenzione di mantenere i tassi al minimo ancora a lungo dopo che saranno terminati, entro fine anno, gli acquisti di bond sul mercato fanno perdere terreno al dollaro in particolare contro le principali valute emergenti, favorendo nuovi acquisti di oro e metalli preziosi. Ne trae beneficio Dws Invest Gold and precious metals equities Nc, comparto di Dws Invest Sicav (gruppo Deutsche Bank) che investe in azioni del comparto aurifero-minerario.

DWS INVEST GOLD AND PRECIOUS METALS VOLTA PAGINA? – La giornata di ieri, 19 giugno, si è infatti chiusa con un rialzo del 4,21% delle quotazioni del comparto, che da inizio 2014 guadagna ora il 17,86%. Negli ultimi 12 mesi la perdita si riduce al 6,19% (anche se l’indice di Sharpe resta leggermente negativo, -0,59), un buon risultato se si pensa che il comparto è reduce da un 2013 difficile, chiuso in calo del 52,22%. Ancora problematici restano i confronti rispetto a 36 e 60 mesi fa: negli ultimi 3 anni la perdita appare pari al 52,15%, sui 5 anni al 31,15%. Pesano a sfavore del confronto sia i cali accusati oltre che nel 2013 anche nel 2012 (-13,77%) e nel 2011 (-21,89%) anche i rialzi del 2010 (+49,77%) e 2009 (+47,67%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X