Pioneer Investments torna nel mirino dei private equity Usa

A
A
A
di Redazione 25 Giugno 2014 | 07:02
Alcuni colossi del private equity statunitensi avrebbero manifestato il proprio interesse a rilevare l’asset manager del gruppo UniCredit…

MANIFESTAZIONI DI INTERESSE – I fondi Usa ritrovano l’appetito per Pioneer Investments. Secondo indiscrezioni riportate dal Sole 24 Ore, alcuni colossi del private equity statunitensi avrebbero manifestato il proprio interesse a rilevare l’asset manager del gruppo UniCredit e avrebbero chiesto l’avvio di una due diligence che però, al momento, non sarebbe ancora partita.

I NOMI – Per quanto riguarda i nomi dei potenziali acquirenti, sono circolati quelli di Bain Capital, Apollo e Goldman Sachs Capital, scrive ancora il quotidiano di Confindustria, ricordando che in passato anche Kkr, Blackstone e Apax avevano esaminato il dossier. UniCredit da parte sua non ha rilasciato commenti (in passato l’a.d. Federico Ghizzoni ha più volte affermato che l’asset manager del gruppo non è in vendita). Secondo le indiscrezioni intanto, la banca avrebbe scelto Morgan Stanley quale advisor per valutare le manifestazioni di interesse ricevute.

I NUMERI DI PIONEER
Pioneer conta su un patrimonio di circa 179 miliardi di euro (al 31 marzo 2014), un team di 2mila profesisonisti – di cui 350 direttamente impegnati nella gestione degli investimenti – e una presenza in 27 Paesi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti