CheBanca, iShares e Genertel danno vita a Risparmio Assicurato

A
A
A
di Redazione 15 Luglio 2014 | 14:00
Si tratta di una soluzione di investimento a medio-lungo termine che combina un prodotto assicurativo con una componente finanziaria costruita utilizzando un portafoglio di etf diversificato e a rischio controllato

RISPARMIO ASSICURATO CheBanca! dà vita a Risparmio Assicurato, una nuova soluzione di investimento a medio-lungo termine nata in collaborazione con iShares (BlackRock) e GenertelLife. Il nuovo prodotto – che sarà disponibile per i clienti CheBanca! a partire dalla fine di luglio – combina un prodotto assicurativo con una componente finanziaria costruita utilizzando un portafoglio di etf diversificato e a rischio controllato.

FERRARI – “Risparmio Assicurato rappresenta un ulteriore passo avanti nell’evoluzione dell’offerta del ramo investimenti di CheBanca! sempre più incentrata sulla consulenza personalizzata”, ha commentato il d.g. Roberto Ferrari. “I risparmiatori oggi ricercano per i loro investimenti garanzie di stabilità, protezione e rendimento. Da qui l’idea di creare un prodotto capace di unire protezione del capitale e rendimento crescente propria della componente assicurativa con un portafoglio di etf flessibile ed a volatilità controllata”.

BELLINGERI – “L’unicità di questa soluzione di investimento”, ha evidenziato da parte sua Emanuele Bellingeri, responsabile di iShares per l’Italia, “si sostanzia in un basso costo di gestione e un’ampia diversificazione offerta dagli etf, combinati per la prima volta con i vantaggi di un prodotto assicurativo. Stiamo assistendo ad una significativa crescita nell’uso degli etf in Italia e in Europa, in quanto questi strumenti forniscono un semplice accesso a una vasta gamma di esposizioni per costruire portafoglio efficiente nel medio lungo termine”. Risparmio Assicurato si compone di tre anime:

1)
La Gestione Separata “Investimento Attivo” di GenertelLife: un fondo dove confluiscono i risparmi del cliente e che permette di avere rendimenti certi e consolidati nel tempo grazie ad una gestione che investe prevalentemente in titoli obbligazionari. In base all’opzione scelta in fase di sottoscrizione, ogni anno il rendimento certificato del fondo andrà ad incrementare il capitale investito (su cui verranno riconosciuti i rendimenti degli anni successivi) o verrà liquidato sotto forma di cedola.

2) L’investimento in un fondo (Strategic Model Portfolio) costituito da un portafoglio modello di etf di iShares a rischio controllato. Ogni 3 mesi il portafoglio viene potenzialmente ribalanciato per mantenere costante il livello di rischio complessivo. 3) Una componente assicurativa sulla vita In fase di sottoscrizione è possibile scegliere fra 4 linee di investimento che bilanciano le componenti Gestione Separata e Fondo di etf:
• Linea Classica: 100% Gestione Separata
• Linea Jazz: 70% Gestione Separata; 30% Fondo di ETF
• Linea Pop: 50% Gestione Separata; 50% Fondo di ETF
• Linea Rock: 30% Gestione Separata; 70% Fondo di ETF
Dopo 6 mesi è possibile modificare la combinazione e scegliere una linea differente.

VANTAGGI FISCALI – La tassazione sui rendimenti – evidenzia CheBanca! – è inferiore ad altre soluzioni d’investimento perché la componente di Gestione Separata investe prevalentemente in titoli di Stato che al momento godono di una tassazione del 12,50%. Inoltre, sul controvalore della Gestione Separata non si paga l’imposta di bollo dello 0,20%, che verrà invece applicato esclusivamente sul controvalore investito nel fondo di etf. Infine le polizze vita sono detraibili per il 19% sulla componente caso morte (dal 2014 fino a 530 euro)

VANTAGGI ASSICURATIVI – Sul fronte assicurativo, gli importi versati al cliente/beneficiario sono impignorabili e insequestrabili (salvo i casi previsti dalla legge). Inoltre, non entrando nell’asse ereditario, il cliente può scegliere liberamente il beneficiario/i beneficiari della polizza indicandone anche le percentuali di ripartizione. Può anche modificare i beneficiari nel tempo comunicandolo per iscritto alla banca o indicandolo successivamente nel testamento.

I COSTI – Costi amministrativi per sottoscrizione, versamenti ricorrenti/aggiuntivi: non previsti
Caricamenti iniziali: non previsti
Costi per ogni switch tra le 4 linee di investimento: non previsti
Costi per riscatto parziale/totale: non previsti
Costi per attivazione opzioni: non previsti
Commissioni ricorrenti sulla Gestione Separata 1,50% annuo
Commissioni ricorrenti sul Fondo di etf 1,70% annuo
Commissioni implicite negli etf 0,20 – 0,35% (in base alla composizione del portafoglio modello di etf)
Costo coperture assicurative accessorie: 0,10% sul controvalore complessivo

COME SOTTOSCRIVERE IL NUOVO PRODOTTO – Per sottoscrivere Risparmio Assicurato è sufficiente essere già titolari di Conto Yellow, Conto Corrente o Conto Titoli. Una volta sottoscritto Risparmio Assicurato il cliente potrà scegliere tra premio unico (PIC) e premio ricorrente (PAC), con possibilità di integrare l’importo investito con versamenti successivi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

CheBanca!, tra evoluzioni e strategie

Fondi: accordo di Ubp per la distribuzione con CheBanca!

Consulenti, ecco le banche-reti più “cattive”

NEWSLETTER
Iscriviti
X