Aberdeen AM, il fattore femminile del risparmio gestito

A
A
A
di Elisa Zeri 18 Luglio 2014 | 07:50
Anne Richards, cio di Aberdeen AM, lancia un appello: le donne devono pesare nei board. E condivide la sua visione sulla seconda parte dell’anno.

DONNE IN CAMPO – Si è tenuto a Milano il Women Networking Event, evento promosso da Aberdeen AM sul valore delle donne nei board, della finanza ma non solo. Anne Richards (nella foto), cio di Aberdeen AM, è la promotrice di iniziative che negli ultimi anni hanno toccato varie città nel mondo e che si prefiggono di riflettere sull’occupazione femminile ai vertici delle società. Richards è stata insignita di un’onorificenza prestigiosa da parte della Regina Elisabetta: commander del Royal Victorian Order. Ma non solo.

Circa un anno fa lei è entrata a far parte del Board of Leaders del progetto 2020 Women on Boards: di cosa si tratta?

Come società di risparmio gestito, possediamo azioni e obbligazioni di società di tutto il mondo e la governance aziendale dei vertici di queste realtà è importante per noi. Garantirsi un board strutturato correttamente e vario in termini di genere è uno dei tanti aspetti. Il 2020 Women on Boards è un’organizzazione che si propone di aumentare il numero delle donne presenti nei board delle società statunitensi del 20% entro il 2020.

Da specialista della gestione, qual è la sua view per la seconda parte del 2014?

La politica monetaria non convenzionale ha rappresentato un tema dominante per gli investimenti fin dall’inizio della crisi finanziaria e continuerà così per il resto dell’anno e oltre. A livello globale, la politica monetaria accomodante ha dominato i mercati ed è stato questo flusso di denaro a buon mercato, piuttosto che valutazioni convincenti, a portare su le azioni. Malgrado questo, la politica delle banche centrali continuerà a supportare il mercato azionario per un po’. L’Europa sta avendo una crescita nominale più forte nei Paesi periferici, malgrado alcuni restino fiacchi. Ciò aiuterà a ripristinare la fiducia e a migliorare la domanda interna nella seconda parte dell’anno.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: Aberdeen sempre in vetta all’azionario globale

Fondi, Aberdeen Standard Investments diventa Abrdn

Fondi, da Aberdeen Standard Investments tre nuovi comparti per la transizione energetica

NEWSLETTER
Iscriviti
X