Toschi (Jp Morgan AM): contesto favorevole ai mercati azionari

A
A
A
di Redazione 23 Luglio 2014 | 08:33
L’Europa, se la manovra della banca centrale sarà efficace, potrebbe offrire ancora grandi opportunità grazie ai segnali di ripresa.

SEGNALI DI RIPRESA GLOBALE – “Il contesto globale è ancora caratterizzato da segnali di ripresa globale, dopo il deterioramento che si è osservato nel primo trimestre soprattutto negli Stati Uniti e in Europa“. Le parole sono di Maria Paola Toschi (nella foto), market strategist di Jp Morgan Asset Management, alla quale BLUERATING ha chiesto un commento sui prossimi mesi dell’anno. “I tassi sono ancora bassi e le banche centrali ancora caute non solo in Europa, dove la Banca centrale europea deve ancora affrontare il trend di disinflazione e una ripresa del credito troppo lenta, ma anche negli Stati Uniti, dove la Federal Reserve si è mostrata ancora preoccupata sulla qualità del miglioramento del mercato del lavoro”.

ATTENTI ALL’EUROPA
– “Ci aspettiamo”, continua Toschi, “che nella seconda parte dell’anno i tassi d’interesse reagiranno in maniera più decisa ad aspettative di rialzo dei tassi, imponendo una maggiore diversificazione e flessibilità nelle strategia relative al reddito fisso. Il contesto resta a favore dei mercati azionari che stanno ancora godendo di aspettative favorevoli. Se la manovra della Banca centrale europea sarà efficace l’Europa potrebbe offrire ancora grandi opportunità grazie ai segnali di ripresa in corso e a un auspicabile migliore contesto di competività per le aziende”.

MONITORARE GLI USA
– “Gli Stati Uniti restano un mercato di grande qualità, le valutazioni sono salite ma resta interesse soprattutto legato alla vivace della ripresa che potrà ancora alimentare una crescita. La grande opportunità è sui mercati emergenti che hanno basse valutazioni, i fondamentali si stanno stabilizzando e i flussi stanno tornando. Le valute”, conclude Toschi, “sono meno vulnerabili rispetto a quanto visto nel 2013 grazie a migliori bilance commerciali e un graduale ritorno di flussi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X