Lo shale oil fa ritrovare il sorriso a Goldman Sachs

A
A
A
di Luca Spoldi 20 Ottobre 2014 | 14:42
I sottoscrittori di Goldman Sachs North American Shale Revolution & Energy Infrastructure Portfolio Base Share ritrovano il sorriso. Sarà vera inversione di tendenza?

ORA LO SHALE FA FELICE GOLDMANS SACHS – Sarà per le molte citazioni da parte dei media in questi ultimi giorni, sarà per la corsa, al ribasso, dei prezzi del greggio anche a causa del boom della produzione di shale oil e shale gas nordamericano che sta portando gli Usa a ricuperare l’Arabia Saudita nella classifica dei maggiori produttori mondiali di petrolio, fatto sta che Goldman Sachs North American Shale Revolution & Energy Infrastructure Portfolio Base Share, comparto di Goldman Sachs Funds Sicav che investe “primariamente” in azioni altre securities correlate della principali compagnie nord americane attive nel comparto dell’energia, ha segnato un guadagno del 5% venerdì scorso.

SOLO UNA ECCEZIONE O SARA’ INVERSIONE DI TREND?
– Un risultato di tutto rispetto che fa risalire le quotazioni del comparto, partito nell’aprile di quest’anno, sopra i 10 dollari a quota, interrompendo un trend discendente che durava da inizio settembre e che aveva portato il comparto a cedere il 19% rispetto ai valori di fine agosto. Sarà solo una rondine tardiva destinata a non fare primavera, o anche per il comparto di Goldman Sachs Funds Sicav tornerà il bel tempo in modo stabile con un’inversione del trend negativo?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mercati: i target di Goldman Sachs su indici azionari, valute e commodity

Certificati, da Goldman Sachs quattro nuovi prodotti tematici

Etf, Goldman Sachs vuole lanciare negli Usa uno strumento sulla DeFi

NEWSLETTER
Iscriviti
X