Pioneer prova a recuperare terreno anche sull’azionario Italia

A
A
A
di Luca Spoldi 9 Dicembre 2014 | 15:08
Pioneer Azionario Crescita A si è lasciato alle spalle un autunno poco felice e sembra voler puntare a una performance positiva a fine anno, per completare un tris

PIONEER RECUPERA SULL’AZIONARIO ITALIANO – Dopo aver perso tra i primi di giugno e la fine di ottobre oltre il 22%, Pioneer Azionario Crescita A, fondo mobiliare aperto di diritto italiano gestito da Pioneer Investment Management Sgr che punta ad investire in particolare su titoli azionari italiani a grande e media capitalizzazione, torna a far sorridere i sottoscrittori. Col rialzo del 2,88% messo a segno venerdì scorso, infatti, la performance da inizio anno è risalita sul 2,93%, mentre quella relativa agli ultimi 12 mesi ritorna sull’8,37%, con un indice di Sharpe di poco positivo (0,26).

BENE A TRE ANNI, SUI CINQUE PESANO I CALI DEL 2010-2011 – Più convincenti i risultati a medio termine, in particolare sui tre anni (+34,89% e indice di Sharpe pari a 0,80), mentre quello a 5 anni (+6,51%, indice di Sharpe 0,16), pur positivo, non è sufficiente a far salire il fondo oltre il terzo quartile nella classifica per performance su tale orizzonte temporale. Sui risultati pesano infatti il calo del 4,48% segnato nel 2010 e quello più consistente (-21,51%) accusato l’anno successivo, recuperati peraltro nel biennio 2012 (+12,75%) – 2013 (+20,6%). Riusciranno i gestori di Pioneer a rafforzare ulteriormente il trend positivo sia pure al termine di un anno altalenante come l’attuale?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: il Dollaro è di Credem

Top 10 Bluerating: Lyxor regina della finanza

Top 10 Bluerating: Schroders si prende la Gran Bretagna

NEWSLETTER
Iscriviti
X