Efama, i fondi Ucits europei portano a casa 449 miliardi in dieci mesi

A
A
A

Secondo gli ultimi dati, a ottobre la raccolta dei fondi armonizzati è balzata a 43 miliardi di euro (nella foto, Bernard Delbecque, direttore statistiche di Efama).

Avatar di Redazione12 dicembre 2014 | 12:30

RACCOLTA IN CRESCITA – La raccolta netta dei fondi Ucits europei è balzata a 43 miliardi di euro a ottobre dopo i 14 miliardi di euro del mese precedente, un miglioramento conseguito soprattutto grazie alla ripresa degli investimenti in prodotti monetari. La raccolta dei fondi non Ucits ha toccato invece quota 15,6 miliardi dopo la perdita di 7 miliardi registrata a settembre. È quanto emerge dagli ultimi dati diffusi da Efama, la European fund and asset management association, che raggruppa in tutto 27 associazioni nazionali rappresentative di oltre il 99,6% degli asset di fondi Ucits e non Ucits del Vecchio Continente. Complessivamente, le risorse affluite nelle case dei fondi armonizzati sono state pari a 449 miliardi di euro nei primi dieci mesi del 2014, mentre gli Investimenti in fondi non armonizzati si sono attestati in tutto a 106 miliardi.

BENE OBBLIGAZIONARI E MONEY MARKET – Nel dettaglio, a ottobre la raccolta dei fondi Ucits a lungo termine si è attestata a 22,7 miliardi (422 miliardi da gennaio), di cui 16,5 miliardi affidati ai fondi obbligazionari (189 da inizio anno), 8,7 miliardi ai bilanciati (160 da gennaio) e 3,3 miliardi agli “atri Ucits” (20,6 nei dieci mesi). I fondi azionari invece hanno visto defluire nel mese 5,7 miliardi di euro (il totale da inizio anno è positive per 53 miliardi). Chiudono il quadro I fondi monetari, che a ottobre hanno visto una ripresa della raccolta con afflussi netti per 21,6 miliardi dopo il rosso di 14 miliardi di settembre (26,8 miliardi il dato sui dieci mesi).

PATRIMONIO – A livello di patrimonio, gli asset in mano ai fondi armonizzati erano pari a 7.901 miliardi di euro a fine ottobre (+0,5% su mese), mentre le masse gestate dai prodotti non armonizzati si attestano a  3.130 miliardi (+0,6%). 

IL COMMENTO – “Le pressioni deflazionistiche nell’area euro hanno supportato gli Investimenti in fondi obbligazionari a ottobre, mentre le preoccupazioni dei mercati corca le prospettive di crescita hanno continuato a pesare negativamente sulla raccolta dei fondi azionari”, ha commentato Bernard Delbecque, direttore statistiche di Efama.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, scontro Efama-CE sulla distribuzione

Fondi, 2017 da urlo per l’Europa

Efama, i fondi europei rialzano la testa

Fondi globali, gli asset salgono a 37.800 miliardi

Fondi europei, frena la raccolta in equity e bond

Fondi europei, la raccolta balza a 87 miliardi a febbraio

Fondi europei, Lussemburgo e Irlanda primi per raccolta nel 2014

Fondi europei, il 2014 si chiude in crescita nonostante la frenata di dicembre

Efama, i fondi europei perdono quota a novembre

Fondi, Efama plaude all’accordo sui fondi europei a lungo termine

Efama, Gabriela Diezhandino a capo del nuovo dipartimento di Public Policy

Fondi, Efama: a maggio brillano bond e bilanciati

Efama, i fondi europei sfiorano il raddoppio della raccolta in aprile

Fondi, Dargnat: ecco le sfide di Efama per i prossimi anni

Promotori, quell’educazione finanziaria che manca

Efama, a febbraio brillano i fondi obbligazionari

Efama, inizio d’anno da record per i fondi europei

Raccolta, Efama: i fondi a lungo termine sono al top dal 2008

Stabile a novembre la raccolta dei fondi Ucits, gli azionari rialzano la testa

Efama, i fondi vanno meno a fondo nel terzo trimestre 2012

Efama, i bond spingono verso l’alto la raccolta di ottobre

Efama, i fondi a lungo termine sostengono la raccolta trimestrale

Efama, il settore europeo dei fondi a settembre va a… fondo

Fondi Ue, la Bce fa bene alla raccolta di agosto

Efama, fondi mondiali: giù la raccolta nel secondo trimestre

Un primo trimestre sotto il segno dei bond per i fondi globali

Efama, afflussi record a marzo per i fondi Ucits

Efama, un trimestre nero per i fondi Ucits

Efama, non si fermano i deflussi dal risparmio gestito europeo

Efama, i fondi mondiali resistono nonostante l’Europa

Efama, il presidente Kremer illustra la nuova strategia

Efama, frena la raccolta di fondi Ucits nel secondo trimestre

Efama, asset in fondi globali in calo nel primo trimestre

Ti può anche interessare

Eurizon, comincia il regno di Perissinotto

È arrivato il giorno di Saverio Perissinotto che, dopo la ratifica del cda, dallo scorso 24 febbrai ...

Investimenti, la sensibilità all’inflazione

Vi presentiamo di seguito un commento a cura del Team Multi Asset di M&G Investments incentrato ...

Consulenti, perché inserire la moda italiana nei portafogli

Il settore moda italiano continua a crescere anche nel 2018, registrando un giro d’affari totale d ...