Quinto (Franklin Templeton): possibile apertura di nuove sedi

A
A
A

Magari nel Sud d’Italia, dice a BLUERATING il manager, “per stringere i rapporti con le reti di promotori finanziari di quei territori”.

Maria Paulucci di Maria Paulucci29 gennaio 2015 | 13:57

RAPPORTI DI COLLABORAZIONE – “La nostra strategia per il 2015 è volta a rafforzare i rapporti di collaborazione con le reti distributive locali. Oltre ai presidi già aperti, organizzeremo nuovi incontri sul territorio che ci consentono di cogliere in tempo reale le esigenze e le richieste degli investitori, nonché di promuovere un’attività di educazione finanziaria a livello locale”. A dirlo è Michele Quinto, sales director retail di Franklin Templeton, tra gli sponsor di ConsulenTia 2015, evento in programma a Roma dal 3 al 5 febbraio (qui la notizia).

NUOVE SEDI LOCALI
– “Nel corso del 2015 pensiamo di aprire altre sedi locali di Franklin Templeton, magari nel Sud d’Italia, per stringere i rapporti con le reti di promotori finanziari di quei territori”, aggiunge Quinto. “A livello di offerta, stiamo puntando sui prodotti bilanciati, che consentono di aumentare la componente azionaria in portafoglio, senza trascurare importanti novità che, in seguito all’acquisizione nel 2012 da parte di Franklin Templeton di K2 Advisors, consentono di accedere a un portafoglio diversificato di strategie di investimento alternative di selezionati gestori di hedge fund”.
Non perdere lo speciale ConsulenTia 2015 sul numero di febbraio del mensile BLUERATING.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Quinto (Franklin Templeton): “Con Mifid 2 più forte la nostra partnership con le reti”

Quinto (Franklin Templeton): “Così cambieranno i rapporti tra gestori e consulenti”

Ti può anche interessare

Aviva cede la sua quota di Avipop a Banco Bpm

La cessione è avvenuta per un ammontare finale complessivo pari a 267,9 milioni di euro. ...

Risparmio, chi detiene fondi si sente più tutelato

Peggiora la percezione della bontà della tutela del risparmio da parte dei detentori di azioni, men ...

Il più grande fondo sui green bond a livello globale è targato NN IP

Gli AuM sulle “obbligazioni verdi” sono infatti passati dai 20 milioni di euro del 2016 ai circa ...