Amundi torna a sorridere sul comparto minerario aurifero

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Febbraio 2015 | 13:54
Amundi Funds Equity Global Goldm Mines SU riporta al 18,89% il guadagno da inizio 2015 e recupera completamente le perdite sugli ultimi 12 mesi, ma non rispetto agli ultimi 3 anni

AMUNDI RIALZA LA TESTA COI PREZIOSI – Amundi Funds Equity Global Gold Mines SU sembra voler riprendere la sua salita, dopo uno storno iniziato lo scorso 20 gennaio. La quotazione riferita a lunedì scorso del comparto di Amundi Funds Sicav, che investe per due terzi in azioni di società attive nell’estrazione dell’oro e per un terzo di altri metalli preziosi o prodotti minerari, sono infatti risalite dell’1,33%, riportando il guadagno da inizio anno al 18,89%.

PERDITE A 12 MESI DEL TUTTO RECUPERATE – Ancora più consistente il rimbalzo rispetto ai minimi toccati a inizio novembre e poi nuovamente a metà dicembre scorso, che ormai oscilla sul 35%-37%. In questo modo il comparto ha interamente riassorbito le perdite sugli ultimi 12 mesi (+0,56%), anche se a tre anni il risultato è ancora pesantemente negativo (-56,53%). Da ricordare che anche se l’indice Ftse Gold Mines rappresenta il benchmark di riferimento del comparto i gestori non sono obbligati a replicarlo e possono anzi discostarsene in misura significativa e che il periodo minimo raccomandato per la detenzione delle azioni da parte del comparto è 5 anni.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Amundi, outlook 2022: futuro green

Fondi: Amundi lancia con Cpr AM un nuovo comparto sull’idrogeno

Top 10 Bluerating: Amundi, l’Africa è tua

NEWSLETTER
Iscriviti
X