Union Investment torna a sperare nell’Est Europa

A
A
A
di Luca Spoldi 11 Marzo 2015 | 15:41
Uniem Eastern Europe A ha sofferto molto la crisi degli emergenti prima e le tensioni tra Russia e Ucraina poi. Ma da metà dicembre sembra aver voltato pagina. Durerà?

UNIEM EASTERN EUROPE PROVA A RECUPERARE -Inizio d’anno decisamente positivo per Uniem Eastern Europe A, che con un ultimo rialzo del 4,93% segnato alla data di lunedì scorso porta a +20,26% il guadagno da inizio 2015. Sugli ultimi 12 mesi il fondo mobiliare aperto di diritto estero gestito da Union Investment Luxembourg, che punta sui titoli di società dell’Est Europa, segna ora +6,92% anche se l’elevata volatilità (15,4%) sembra sintomo di qualche passato problema, così come un indice di Sharpe negativo (-0,73).

LA SVOLTA A META’ DICEMBRE SCORSO – Più convincente l’apporto dei gestori a medio termine, testimoniato da valori dell’indice di Sharpe positivi, anche se lo storno subito lo scorso anno dopo l’avvio del “tapering” da parte della Federal Reserve e soprattutto l’esplodere della crisi russo-ucraina nel corso del 2014 ha pesato non poco sulle performance assolute. A 36 mesi il fondo perde infatti il 15,44%, mentre rispetto a 5 anni or sono le quote accusano al momento un calo dell’8,52%.  Dopo i minimi toccati a metà dicembre, tuttavia, il prodotto pare aver cambiato passo, in meglio. Durerà?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: Dnca in cima ai paesi nordici

Top 10 Bluerating: i metalli WisdomTree sbaragliano tutti

Top 10 Bluerating: il Dollaro è di Credem

NEWSLETTER
Iscriviti
X