Consultinvest: è ora di guardare ai fondi multi asset

A
A
A
di Redazione 1 Aprile 2015 | 06:50
L’approccio multi-asset “sembra quello preferito dalle più grandi case di investimento poiché consente di combinare assets class poco correlate fra loro, così da ottimizzare il rapporto rischio/rendimento”, spiegano gli esperti di Consultinvest.

COME ALLOCARE I PROPRI RISPARMI – Nell’attuale panorama finanziario, i mercati azionari hanno generato performance notevoli, mentre contestualmente sul fronte obbligazionario i rendimenti si sono fortemente ridotti anche sui titoli a lunga scadenza. Diventa dunque sempre più complesso sviluppare asset allocation long only, in particolar modo per gli investitori retail e allocare i propri risparmi è diventato un vero dilemma per i risparmiatori.

OTTIMIZZARE IL RAPPORTO RISCHIO/RENDIMENTO – In questo contesto generale, osservano gli esperti di Consultinvest, “sono senza dubbio da preferire prodotti del risparmio gestito dove la combinazione di strategie può, da un lato, portare valore aggiunto e dall’altro ridurre notevolmente i rischi di investimento”. Tra le strategie implementabili in questo momento, “l’approccio multi-asset sembra essere quello preferito, anche dalle più grandi case di investimento, poiché sono in grado di combinare assets class poco correlate fra loro, così da ottimizzare il rapporto rischio/rendimento.

VARIANZA COMPLESSIVA DI UN PORTAFOGLIO – Tutto ruota intorno ai concetti di varianza complessiva di un portafoglio, che è influenzata in forte misura dal grado di covarianza tra le singole componenti e il portafoglio stesso”. Ma cosa c’è di nuovo in tutto questo rispetto a quanto formulato da Premio Nobel Markowitz nel 1957?  “E’ pur vero che oggi la normativa Ucits IV consente a noi gestori di implementare strategie di investimento prima non consentite – come l’utilizzo di derivati non solo con finalità di copertura o l’utilizzo di classi alternative di investimento -  ma è altrettanto vero che l’approccio alla diversificazione degli investimenti e i benefici della decorellazione non sono certo di terza generazione, come qualcuno ama definirli”, spiegano i gestori di Consultinvest.

LE MODE FINANZIARIE – “Da qui il nostro invito a tener distinte le “mode” finanziarie dai contesti di mercato in cui ci si trova. Riteniamo che le mode finanziarie sono spesso passeggere e essere troppo inclini a seguirle può risultare dannoso per il risparmiatore. In un mercato a tendenza rialzista che coinvolge azionario, obbligazionario e valute estere – con qualche eccezione come le materie prime e le piazze emergenti correlate alla commodities – la grande industria del risparmio gestito ha difficoltà a lanciare fondi equity o bond facilmente commerciabili e da destinare ai risparmiatori. 

IN FINANZA NULLA SI CREA – Questo è il driver commerciale che ha portato e, sta portando, un po’ tutti a scegliere i multi asset. I fondi Consultinvest sono gestiti da sempre in un’ottica multi asset e le performance ci danno ragione.    “Da un ventennio lavoriamo con la consapevolezza che in finanza nulla si crea. I mercati sono in continua evoluzione, cambiano le correlazioni e non esiste il fondo adatto al momento; piuttosto la combinazione ottimale è un’efficiente asset allocation replicata da un mix di fondi, ovvero da strategie di investimento decorrelate”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti