Da ING IM a NN Investment Partners, cambia il brand

A
A
A

Le strategie italiane di NN Investment Partners dopo il recentissimo rebranding. Merzagora: “Cambia il nome, ma restano valori, passione e persone del gruppo”

Avatar di Diana Bin12 maggio 2015 | 15:14

ING Investment Management ha cambiato nome in NN Investment Partners. Cambiamento e continuità di una importante realtà del risparmio gestito: ne parliamo con Simona Merzagora, country head Italia.

A cosa è dovuto il cambiamento del nome della società? Perché è stato scelto NN Investment Partners? Oltre al brand, ci saranno altri cambiamenti?
 Il 7 aprile ING Investment Management ha cambiato nome ed è diventata NN Investment Partners, un nome che vuole rafforzare il legame con la casa madre olandese, Nationale Nederlanden (da cui l’acronimo NN), gruppo assicurativo e bancario fondato nel 1845. L’introduzione del termine “Partners” all’interno del nuovo nome serve a rimarcare la centralità che il rapporto con i nostri clienti continuerà a rivestire per noi. Dopo il successo del modello di bancassurance sviluppato negli anni 80 e 90 il gruppo ING ha deciso, nel 2013, di separare la divisione bancaria da quella assicurativa e di gestione del risparmio, con l’obiettivo di rendere più razionali e focalizzate le diverse aree di business. A luglio dello scorso anno, pertanto, il gruppo NN è stato quotato in borsa e quest’anno la società di gestione, precedentemente chiamata ING Investment Management, ha cambiato nome. Nonostante il cambio di nome e di logo, in linea con la storia centenaria del Gruppo Nationale Nederlande, desideriamo sottolineare come i valori, le persone e la passione che ci hanno sempre contraddistinto rimarranno le stesse. Tuttavia è inutile negare che un futuro indipendente ci consentirà di guadagnare maggiore dinamicità e capacità competitiva sul mercato e ci vedrà sempre più votati alla ricerca di qualità, performance e nuove competenze gestionali. Ne sono una riprova l’apprezzamento mostrato dalla Bce, quando lo scorso autunno ha selezionato la nostra società, come uno dei quattro intermediari per la selezione dei titoli e la gestione delle operazioni di acquisto di Abs.

Quale sarà l’impatto dell’operazione di rebranding sulle attività di NN Investment Partners a livello internazionale?
Il cambio del nome non comporterà alcuna modifica nel rapporto che ci lega ai nostri clienti. NN Investment Partners continuerà ad avere un focus internazionale, con centri gestionali in Olanda/Belgio, Atlanta/New York e Singapore, e continuerà a servire i propri clienti tramite 16 uffici locali basati in Europa, Medio Oriente, Asia e America. Le masse in gestione ammontavano a 186 miliardi di euro a dicembre 2014.

State guardando a opportunità di crescita per linee esterne?
La nostra società è sempre molto attenta agli sviluppi del mercato e alle nuove opportunità che ne derivano. Di recente, ad esempio, abbiamo acquisito un team specializzato in obbligazioni convertibili dal gruppo londinese Avoca. Attualmente continueremo a crescere per vie interne tramite il rafforzamento dei team di gestione (+14 gestori nel 2014) e di quelli commerciali.


Leggete l’intervista completa sul numero di maggio di Bluerating, in questi giorni in edicola.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Gestori in vetrina – NN Investment Partners

NN IP, il First Class Multi Asset Fund supera il miliardo in gestione

Il più grande fondo sui green bond a livello globale è targato NN IP

Obbligazioni convertibili, un mondo da scoprire

NN Investment Partners si rafforza con Babb

Nuovo fondo sugli Emergenti per NN Investment Partners

NN IP: emergenti, nel 2018 ancora buone prospettive di crescita, ma c’è l’incognita Fed

NN IP: economia globale in crescita, ma persistono venti contrari

Azionario USA, rally o bolla di mercato?

NN Investment Partners: Francia, i rischi di una presidenza Le Pen

NN IP, al via la partnership con South Pole Group

NN Investment Partners: il voto olandese non spaventa i mercati

Classifiche Bluerating: NN Investment Partners in testa tra i fondi obbligazionari area euro-governativi

Tre ingressi Sri per NN Investment Partners

Classifiche Bluerating: Nordea in testa tra i fondi obbligazionari Usa-corporate

Huntjens (NN IP): “India e Indonesia eclissano la Cina”

NN Investment Partners: trimestrali, ecco perché gli Usa battono l’Eurozona

I fondi di NN Ip saranno distribuiti dalla struttura private di Bpm

Classifiche Bluerating: Nn Ip in testa nella categoria obbligazionari area euro inflation linked

NN Investment Partners si rafforza con Lewis Jones

NN Investment Partners, Claudia Corso a capo del marketing

NN Investment Partners, i mercati emergenti verso una nuova ripresa

L’high yield europeo offre ottimi rendimenti

Moonen (NN Investment Partners): “I mercati Usa meglio dell’Europa”

NN Investment Partners, il rialzo della Fed potrebbe arrivare a luglio

NN Investment Partners, torna la fiducia sul debito degli Emergenti

NN IP, il reddito fisso è ancora un’opportunità. Ecco perché

NN Investment Partners si rafforza con Michela Molinaro

Gli istituzionali puntano sui fondi multi-asset alla ricerca di rendimento

NN Investment Partners, 5 Paesi emergenti molto vulnerabili

NN Investment Partners: tragedia greca, in che atto siamo?

NN IP, il tempo della Grecia sta per scadere

Morgan Stanley Investment Management annuncia due nuovi ingressi

Ti può anche interessare

Schroders vuole Cantab, ma Gam non vende

Secondo il Financial Times, la società britannica ha avanzato, senza successo, un’ offerta sulla ...

Pir 2, uno sguardo al futuro

Riprendiamo in mano il discusso tema dei nuovi Pir. Dopo la voce controcorrente che vi abbiamo propo ...

Governo, bruciati 300 miliardi in 8 mesi

Il Sole24Ore riporta i calcoli del sociologo Luca Ricolfi e della Fondazione David Hume. Dalle elezi ...