Un anno positivo per i Bric di Amundi

A
A
A
di Luca Spoldi 2 Giugno 2015 | 14:27
Amundi Eureka Bric 2017 continua a recuperare terreno, grazie al ritorno d’interesse per i mercati emergenti da parte degli investitori. Negli ultimi 12 mesi il fondo sfiora il +25%

I BRIC CONTINUANO A RECUPERARE TERRENO – Amundi Eureka Bric 2017, fondo mobiliare aperto di diritto italiano gestito da Amundi Sgr, ha chiuso la settimana dal 19 al 25 maggio con un incremento delle quote dell’1,73% portando al 19,83% il guadagno da inizio anno. Sugli ultimi 12 mesi i sottoscrittori del fondo, che scommette su emittenti di paesi emergenti appartenenti ai “Bric” (Brasile, Russia, India e Cina), hanno guadagnato il 24,79% con un indice di Sharpe pari a 2,48 che testimonia dell’apporto positivo dei gestori alla performance.

LE INCERTEZZE DEL 2013-2014 PESANO ANCORA – A tre anni il prodotto segna un rialzo di poco inferiore a 31 punti (+30,92%), avendo dovuto superare qualche incertezza tra il 2013 (anno chiusosi con un calo del 3,38%) e il 2014 (+4,38% a fine anno), complice la mutata politica monetaria della Federal Reserve e le prese di profitto che scattarono ampiamente sui principali mercati emergenti, “Bric” inclusi. Anche per questo le performance a 3 (e a 4) anni cadono ancora nel quarto quartile di catagoria, mentre quelle a 2 anni risalgono al terzo quartile e quella a 1 anno si colloca nel secondo quartile, segnando dunque un costante progresso.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi: da Amundi due strategie Esg sul reddito fisso

Amundi, un trimestre con forti afflussi negli attivi

Fondi, sei mesi rock ‘n’ roll. Assolo da applausi per Amundi

NEWSLETTER
Iscriviti
X