La geografia economica secondo Deutsche AWM

A
A
A
di Maria Paulucci 15 Luglio 2015 | 08:55
Deutsche AWM presenta le mappe economiche regionali, una rappresentazione delle condizioni e delle prospettive a breve per Usa, Europa e Asia Pacifico.

MAPPE ECONOMICHE REGIONALIDeutsche Asset & Wealth Management presenta le mappe economiche regionali, una rappresentazione grafica delle condizioni economiche e delle prospettive a breve termine per Stati Uniti, Europa e Asia Pacifico. Dalle mappe emergono alcuni punti salienti. L’Italia si conferma divisa economicamente in due: Centro Nord, Sicilia e Sardegna godono di condizioni economiche in linea con la media europea, a differenza del Sud Italia che segna un ritardo. L’economia Usa continua a rafforzarsi e sta generando la creazione di nuovi posti di lavoro a un ritmo stabile. I problemi del debito greco creano incertezza, ma sembra che i rischi sistematici siano più bassi rispetto al passato, mentre l’economia dell’Europa sta espandendosi e riceve un sostegno da parte della Bce.
 

ITALIA EMERSA DA LUNGA RECESSIONE – E ancora. Il Pil dei 28 membri dell’Unione europea è salito dello 0,4% nel primo trimestre del 2015: a fronte di un rallentamento della crescita di Germania e Regno Unito. La Francia ha sorpreso per i suoi dati in rialzo. Il recupero della Spagna continua a ritmo sostenuto, mentre l’Italia è emersa da una lunga recessione. Nell’Unione europea la disoccupazione è calata di 1,5 milioni di posti nel corso dell’anno. La crescita nell’area Asia Pacifico è contrastata: il Giappone sta migliorando mentre la Cina, l’Australia e la Corea del Sud stanno rallentando la loro crescita. 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X