Norvegia, il maxi fondo sovrano in rosso per la prima volta in 3 anni

A
A
A
Daniel Settembre di Daniel Settembre 20 Agosto 2015 | 06:52
Pesa la frenata accusata dal portafoglio dei titoli obbligazionari ma anche il calo dei ritorni sugli investimenti azionari.

RENDIMENTI NEGATIVI – Per la prima volta dopo 3 anni il super fondo sovrano di Oslo – a cui piace molto investire in Italia e che con i suoi 870 miliardi di dollari di attività, è il maggiore del mondo – ha registrato una performance negativa. Nel secondo trimestre il Government Pension Fund Global ha infatti registrato un rendimento negativo dello 0,9%, a causa di una perdita del 2,2% sui titoli obbligazionari, che rappresentano più di un terzo (34,5%) del portafoglio di investimento totale, e dello 0,2% su quelli azionari (la parte più consistente: 62,8% del portafoglio). Tradotto: nel periodo tra aprile e giugno la perdita è stata di circa 8 miliardi di euro, quasi l’1% degli investimenti complessivi.

PUNTARE AL MATTONE – Per quanto riguarda il real estate, gli investimenti nel settore immobiliare (2,7% del portafoglio) hanno visto aumentare il loro valore del 2%. E non a caso la strategia del fondo è quella di puntare sempre di più su questo settore che permette una maggiore diversificazione. Oslo nelle scorse settimane ha infatti annunciato di voler raddoppiare il limite massimo degli investimenti immobiliari passando dal 5 al 10%, mettendo a disposizione circa 75-80 miliardi. Nel mirino soprattutto i mercati Usa e Gran Bretagna.

I PROBLEMI CON IL QE – Comunque il fondo norvegese è riuscito a battere il suo benchmark di 0,4 punti percentuali. Nei trimestri più recenti il fondo di Oslo, che investe i giganteschi proventi delle vendite petrolifere del Paese, aveva registrato performance positive, trainato dall’andamento dei mercati azionari, ma per lungo tempo, riporta il Financial Times, aveva segnalato i problemi sul mercato del debito, collegati al programma di quantitative easing in atto sul mercato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X