Fondi in Borsa, arriva Hypo Portfolio Selection

A
A
A
di Diana Bin 8 Settembre 2015 | 04:49
A partire dallo scorso 1° settembre sono in negoziazione su Borsa Italiana le classi di azioni Q di due Oicr aperti emessi dalla sicav lussemburghese Hypo Portfolio Selection.

NUOVO DEBUTTO – Anche Hypo Portfolio Selection porta i suoi fondi a Piazza Affari, arricchendo così la sezione Etf Plus di due nuovi protagonisti. A partire dallo scorso 1° settembre, sono in negoziazione su Borsa Italiana le classi di azioni Q di due Oicr aperti emessi da Hypo Portfolio Selection, sicav lussemburghese che vede la Pkb Privatebank di Lugano come gestore degli investimenti, con il compito di gestire il portafoglio della sicav: si tratta dei fondi HYPO BASIC FUND e HYPO DYNAMIC FUND, seguiti dall’asset manager Luca Parmeggiani, director in Pkp Privatebank. A svolgere il ruolo di operatore incaricato per i due fondi è Intermonte, mentre Degroof Gestion Institutionelle Luxembourg è stata nominata quale società di gestione, come si precisa nel documento di quotazione pubblicato da Borsa Italiana.

I DUE FONDI – Nel dettaglio, Hypo Basic Fund, denominato in euro, investe in varie categorie di valori mobiliari – soprattutto azioni, obbligazioni convertibili e titoli fruttiferi – di emittenti che appaiono particolarmente promettenti a medio termine dal punto di vista economico e geografico, ed è destinato a investitori con un orizzonte d’investimento di almeno 5 anni. Il comparto può altresì investire in tutte le altre attività ammesse al fine di ridurre i rischi e aumentare i rendimenti; fra queste figurano gli strumenti finanziari derivati ammessi, quali, a titolo meramente e semplificativo, opzioni, future, contratti a termine e swap. L’uso di strumenti derivati è dunque consentito per fini di  investimento, copertura e gestione efficiente del portafoglio. Il comparto Hypo Dynamic Fund  invece, punta a ottenere un rendimento a lungo termine pari all’Euribor a 3 mesi + 250 punti base l’anno. La principale fonte di performance sarà l’asset allocation. L’orizzonte di investimento consigliato per l’investitore è di almeno 5 anni.  Il comparto adotta un approccio globale flessibile, che consente al gestore di ripartire il patrimonio fra varie asset class: azioni, obbligazioni, obbligazioni convertibili, strumenti del mercato monetario, liquidità e mezzi  equivalenti.

RIEPILOGO – Salgono così a 39 i prodotti in negoziazione sul segmento Etf Plus: oltre ai due nuovi arrivati, ce ne sono 14 di diritto italiano targati AcomeA Sgr, 12 di New Millennium scav e 11 di Pharus (tutti di diritto lussemburghese).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X