Invesco: Forza Eurozona!

A
A
A

Secondo Sergio Trezzi, alcuni investitori stanno riconsiderando i propri investimenti nel Regno Unito, esaminando con maggiore attenzione le opportunità d’investimento nell’Eurozona.

Chiara Merico di Chiara Merico24 agosto 2017 | 10:04

EFFETTO BREXIT – “Il governo non può limitarsi a farsi logorare dalla Brexit. Ci sono molte altre cose da fare”, ha dichiarato il primo ministro britannico Theresa May. Ha ragione, ma c’è ancora tanto da lavorare sul fronte della Brexit, mentre si avvicina la scadenza di marzo 2019, sottolinea Sergio Trezzi, managing director, head of retail distribution – Europe (ex UK), Middle East and Latin America di Invesco. Abbiamo già notato che alcuni investitori stanno riconsiderando i propri investimenti nel Regno Unito, esaminando con maggiore attenzione le opportunità d’investimento nell’Eurozona. Quella che per molti era una “zona di crisi” sembra trasformarsi in un “approdo sicuro”, soprattutto alla luce del fatto che gli scenari peggiori sono stati finora scongiurati. “Nel complesso, le economie europee sono in continua crescita, la fiducia dei consumatori è alta, il settore bancario sembra essersi riportato sulla retta via e la crescita del PIL dell’area euro ha quest’anno uguagliato o addirittura superato quella del PIL statunitense. Desta poca meraviglia il fatto che gli investitori trovino questo mercato sempre più interessante.”
I possibili effetti della Brexit accentuano la tendenza che induce gli investitori a mirare alla creazione e ottimizzazione di portafogli realmente aggiustati per il rischio. Sul fronte obbligazionario, notiamo che molti investitori sono alla ricerca di rendimenti e nutrono crescenti incertezze in merito al futuro andamento del mercato. Alla luce di ciò, gli oltre 160 professionisti del nostro team Invesco Fixed Income basato ad Atlanta sviluppano strategie obbligazionarie con focus sull’area euro che trovano le radici nei più svariati temi d’investimento. Per quanto concerne i mercati azionari europei, i nostri 50 professionisti dell’investimento offrono una gamma di soluzioni d’investimento tra di loro ben distinte.

L’ACQUISIZIONE DI SOURCE – In Invesco, la libertà di scelta per gli investitori non si limita alle strategie gestite attivamente. Ad agosto 2017 abbiamo completato l’acquisizione di Source, società specializzata nell’offerta di ETF. La gamma d’offerta combinata di prodotti di PowerShares/Source consente di accedere a un range di oltre 100 prodotti negoziati in borsa (ETP), comprendenti strategie d’investimento e asset class diverse, sia a replica sintetica che fisica. Vi sono innumerevoli soluzioni d’investimento a disposizione degli investitori e c’è molto da fare: potete verificarlo personalmente, conclude Trezzi.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

ConsulenTia19, gestori in vetrina: Invesco

Fineco, Invesco sul podio degli azionisti

Sos consulente: l’Italia ha bisogno di te

Invesco potenzia gli Etf con Rossetti

Invesco, portafogli per due scenari alternativi

Mercati 2019: previsioni nella nebbia

Invesco: l’Italia non è un rischio per l’Europa

Invesco chiama a raduno i consulenti finanziari

Invesco: Btp? È un rischio interessante

Etf: nelle azioni privilegiate ci Invesco

Invesco quota due nuovi Etf

Invesco, acquisizione miliardaria in America

Poker di Invesco sull’Etf Plus

Invesco promuove le grandi banche italiane

Invesco, ecco il roadshow sugli etf

Minari per il marketing di Invesco

Nuovo Etf sulle commodity per Invesco

Fondi sovrani e banche centrali preferiscono le azioni

Nuovo Etf obbligazionario per Invesco

Il (vecchio) passivo è morto, evviva il (nuovo) passivo

Invesco quota altri due Etf

Consulenti, tutti i numeri della passione per gli Etf

Invesco ha il 3% di Mediobanca

Invesco investe sui consulenti

Invesco, guerra sulle fee con il trust Enhanced Income

Invesco rafforza il team marketing italiano con Mazzarelli

Percorsi di investimento, insieme a Invesco

Un solo brand per Invesco

ConsulenTia 2018/D’Acunti (Invesco): “La correzione sarà di breve durata”

Invesco: investitori obbligazionari, la normalizzazione è ancora lontana

Mifid 2, Invesco rafforza il team legale con Pisanti

Invesco: smart beta, un trend in crescita

Mustoe (Invesco) è l’European cio dell’anno

Ti può anche interessare

M&G: Turchia, l’occhio del ciclone e i rischi di contagio

Il crollo della lira turca di metà agosto ha rappresentato l’oscillazione più ampia nell’arco ...

Assicurazioni: lo scudo antispread va cambiato

Il presidente della Econ punta a rivedere entro il 2019 lo strumento utile a smussare i differenzial ...

Bnp Paribas Am si rafforza con Madar

LA NOMINA – BNP Paribas Asset Management ha annunciato oggi la nomina di Fabien Madar nel ruo ...