Capital Group: gli Usa sono sospinti da più fattori

A
A
A

Dalla fine della grande recessione, la ripresa statunitense è stata principalmente sostenuta dalla tenuta dei consumi. Tuttavia, nell’ultimo periodo il manifatturiero ha registrato un’inversione di tendenza.

Chiara Merico di Chiara Merico25 agosto 2017 | 10:16

LA RIPRESA C’E’- Per la prima volta dopo anni, le principali economie mondiali appaiono tutte sulla via della ripresa, spiega Alan Wilson, gestore di portafogli di Capital Group. Lo slancio economico è particolarmente evidente negli USA, dove l’economia è sospinta da più fattori. Dalla fine della grande recessione, la ripresa statunitense è stata principalmente sostenuta dalla tenuta dei consumi. Tuttavia, nell’ultimo periodo il manifatturiero ha registrato un’inversione di tendenza. Questo dovrebbe favorire i mercati azionari, impedendo eventuali shock inattesi o passi falsi di politica. L’economia americana ha ingranato una marcia superiore. Per oltre sette anni, la ripresa è proseguita timidamente, sostenuta principalmente dalla tenuta dei consumi.  Di recente, le aree incentrate sull’industria e sulle imprese hanno dato slancio allo scenario di crescita generale. L’indice dei direttori d’acquisto (PMI), che misura l’attività manifatturiera, è recentemente salito a 52,7, indice di condizioni espansionistiche. Inoltre, gli utili aziendali, messi sotto pressione nel 2015 e 2016, hanno registrato un rimbalzo, salendo di oltre il 13% nel primo trimestre. Se considerate insieme al rafforzamento della crescita dei salari e delle vendite al dettaglio, queste condizioni indicano un’accelerazione della crescita nella seconda metà. Sul fronte politico, la minore regolamentazione, insieme alla riforma fiscale prevista, potrebbe incentivare ulteriormente la crescita. Ciò premesso, la politica resta in continua evoluzione e qualsiasi passo falso in materia di politica commerciale potrebbe avere ripercussioni negative sull’economia in generale. Viste le valutazioni eccessive in molte aree, è opportuno ricercare società effettivamente in grado di generare una crescita del fatturato, come le imprese che supportano il cloud computing. Ad esempio, Microsoft ha registrato una solida crescita della sua attività di cloud computing Azure, mentre Amazon resta un leader nella fornitura di servizi cloud alle imprese. Il produttore di semiconduttori Intel è invece un leader nella progettazione e nello sviluppo di dispositivi che gestiscono i centri elaborazione dati su cui si basa il cloud computing.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Capital Group prende Bozzano da Fidelity

I fondi Capital Group nella rete di Fideuram Ispb

Rivivi il roadshow Road to the future

Advice Revolution

Road to the future apre i cancelli

Capital Group punta sui bond corporate globali

I fondi di Capital Group nella rete del Credem

Capital Group: un futuro brillante per l’azionario globale

Capital Group lancia un nuovo fondo sull’high yield Usa

Capital Group porta in Italia il fondo azionario Usa AMCAP (Lux)

Capital Group: il nuovo volto della globalizzazione

Capital Group lancia la strategia US Corporate Bond per gli investitori europei

SdR 17, Pallotta (Capital Group): “L’investimento a lungo termine, un principio chiave”

Capital Group rafforza la partnership con Banca Generali

UniCredit, gli americani di Capital Research sopra l’8%

Capital Group: il super dollaro perde vigore

Capital Group: quali prospettive per le obbligazioni

Capital Group: portafogli a prova della politica populista europea

Capital Group: Europa, occhio alle sorprese politiche

Capital Group: per gli Emergenti il futuro passa dai bond

Capital Group: il Giappone veste Small e Medium

Capital Group: quale futuro per i mercati emergenti?

Capital Group: India e Argentina, obbligazionari a confronto

Capital Group, un approccio agli investimenti attento alle questioni ambientali

Capital Group: azioni globali in calo ma non fuori dai giochi

Capital Group, le temperature estreme soffocano il mercato obbligazionario

Capital Group: pessimismo eccessivo nei confronti del Giappone

Capital Group porta in Italia il suo fondo più “anziano”

Capital Group: nei mercati emergenti nascono i nuovi colossi globali

Capital Group: transizione e svalutazione, cosa sta cambiando in Cina

Ti può anche interessare

Fidelity: bond, nel 2018 l’obiettivo è contenere il rischio

I timori di una correzione delle obbligazioni sono caduti ancora una volta nel vuoto ma sicuramente ...

Enasarco, prove di dialogo con Sorgente sgr

Alcuni giorni fa il cda di Enasarco ha approvato a maggioranza la proposta, avanzata da Sorgente sgr ...

Candriam nomina un nuovo capo per l’investment solutions

Koen Van de Maele ora è global head of investment solutions e membro del comitato esecutivo: riport ...