Gli istituzionali puntano sui fondi multi-asset alla ricerca di rendimento

A
A
A

Secondo un’indagine NN Investment Partners, il 65% degli investitori si aspetta che l’esposizione sui fondi multi-asset cresca nei prossimi tre anni.

Daniel Settembre di Daniel Settembre7 ottobre 2015 | 09:34

L’ESPOSIZIONE AL MULTI-ASSET – Quasi due terzi (65%) degli investitori istituzionali sono convinti che, in un contesto di continua ricerca di valore e rendimento, l’esposizione verso i fondi multi-asset aumenterà nei prossimi tre anni. L’indagine di NN Investment Partners ha rivelato che un gestore istituzionale su sette (14%) prevede un aumento sensibile dell’esposizione. Un altro 29% ha dichiarato che l’esposizione non cambierà, mentre il 2% prevede una diminuzione dell’esposizione nello stesso periodo.

LE STRATEGIE IN PORTAFOGLIO – Quando è stato chiesto loro cosa pensassero delle strategie multi-asset, il 45% degli intervistati ha dichiarato che le queste strategie devono avere un ruolo centrale nel portafoglio. Il 16% ha detto che le strategie multi-asset dovrebbero essere usate come allocazione alternativa per diversificare i portafogli, il 15% le vede come un elemento “satellite” che aggiunge alfa al portafoglio e il 14% vede il multi-asset come complemento dei portafogli di proprietà gestiti internamente.

DIFFUSIONE DI INFORMAZIONI – “I mercati finanziari sono sempre più integrati a causa della globalizzazione”, ha commentato Valentijn van Nieuwenhuijzen, head of strategy, multi-asset presso NN Investment Partners e gestore dei comparti NN (L) First Class Multi Asset e First Class Multi Asset Premium. “Ciò ha portato a una maggiore e più rapida diffusione delle informazioni e, in loro risposta, a reazioni sempre più rapide e complesse. Di fronte a tali sfide” Van Nieuwenhuijzen continua “non sorprende che gli investitori preferiscano delegare le decisioni d’investimento a team multi-asset con la capacità e l’esperienza necessarie per raccogliere ed elaborare grossi volumi d’informazioni e in grado di reagire in fretta di fronte a rischi e opportunità”. La forte preferenza degli investitori per i fondi multi-asset è evidente, con il 75% degli intervistati che considera queste strategie come un buon investimento in grado di aggiungere valore, il 14% che ne è ‘fortemente convinto’ e solo il 4% che “non è d’accordo”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Gestori in vetrina – NN Investment Partners

NN IP, il First Class Multi Asset Fund supera il miliardo in gestione

Il più grande fondo sui green bond a livello globale è targato NN IP

Obbligazioni convertibili, un mondo da scoprire

NN Investment Partners si rafforza con Babb

Nuovo fondo sugli Emergenti per NN Investment Partners

NN IP: emergenti, nel 2018 ancora buone prospettive di crescita, ma c’è l’incognita Fed

NN IP: economia globale in crescita, ma persistono venti contrari

Azionario USA, rally o bolla di mercato?

NN Investment Partners: Francia, i rischi di una presidenza Le Pen

NN IP, al via la partnership con South Pole Group

NN Investment Partners: il voto olandese non spaventa i mercati

Classifiche Bluerating: NN Investment Partners in testa tra i fondi obbligazionari area euro-governativi

Tre ingressi Sri per NN Investment Partners

Classifiche Bluerating: Nordea in testa tra i fondi obbligazionari Usa-corporate

Huntjens (NN IP): “India e Indonesia eclissano la Cina”

NN Investment Partners: trimestrali, ecco perché gli Usa battono l’Eurozona

I fondi di NN Ip saranno distribuiti dalla struttura private di Bpm

Classifiche Bluerating: Nn Ip in testa nella categoria obbligazionari area euro inflation linked

NN Investment Partners si rafforza con Lewis Jones

NN Investment Partners, Claudia Corso a capo del marketing

NN Investment Partners, i mercati emergenti verso una nuova ripresa

L’high yield europeo offre ottimi rendimenti

Moonen (NN Investment Partners): “I mercati Usa meglio dell’Europa”

NN Investment Partners, il rialzo della Fed potrebbe arrivare a luglio

NN Investment Partners, torna la fiducia sul debito degli Emergenti

NN IP, il reddito fisso è ancora un’opportunità. Ecco perché

NN Investment Partners si rafforza con Michela Molinaro

NN Investment Partners, 5 Paesi emergenti molto vulnerabili

NN Investment Partners: tragedia greca, in che atto siamo?

NN IP, il tempo della Grecia sta per scadere

Morgan Stanley Investment Management annuncia due nuovi ingressi

Da ING IM a NN Investment Partners, cambia il brand

Ti può anche interessare

Pir, lo stallo frena il settore

Centemero (Lega): "La bozza finale dei decreti attuativi è alle battute finali”, ma le perplessit ...

Fondi d’investimento, top e flop del 20/02/2019

La rubrica del risparmio gestito ...

Cina, Winton Group entra nell’Amac

L’accredito come Private Securities Fund Manager (PFM) consentirà a Winton di sviluppare prodotti ...