JP Morgan AM: azionario europeo, i riflettori si spostano sui Paesi periferici

A
A
A
di Diana Bin 7 Ottobre 2015 | 12:30
Oggi il motore della crescita non è più limitato ai Paesi cosiddetti ‘core’: anche i paesi periferici, come Italia e Spagna, stanno fornendo un contributo positivo

EQUITY EUROPEO – Il mercato azionario europeo continua a offrire opportunità di investimento interessanti: secondo gli esperti di Jp Morgan AM, la crescita a livello globale all’interno del Vecchio Continente potrebbe attestarsi i torno al 2% il prossimo anno, in scia al traino della domanda domestica e al basso prezzo del petrolio, che per l’Europa si traduce in sostanza in maggiori risorse nella tasche degli investitori. In particolare, spiegano i gestori, quello che sta cambiando rispetto al recente passato in ambito europeo è che oggi il motore della crescita non è più limitato ai Paesi cosiddetti ‘core’: anche i Paesi periferici, come Italia e Spagna, stanno fornendo un contributo positivo, grazie all’avvio delle riforme necessarie a riportare le loro economie sui binari della crescita.

POLITICA –
Certo, la politica rimane una potenziale fonte di volatilità, specialmente nei Paesi periferici dove sono emersi negli ultimi anni numerosi partiti anti-euro e anti-sistema, come Podemos in Spagna o il Movimento 5 Stelle in Italia. Ma, hanno sottolineato gli esperti di JP Morgan AM, “non pensiamo che questi partiti possano realmente salire al potere: lo abbiamo già visto con la Grecia, la popolazione non vuole che i politici giochino con la loro sicurezza economica”.

OPPORTUNITÀ –
Ma dove guardare nel dettaglio nell’ambito dell’equity europeo? “Noi privilegiamo le compagnie più focalizzate sull’economia domestica che sulle esportazioni, perché riteniamo che questa sia il vero driver di crescita per il mercato azionario del Vecchio Continente. In particolare guardiamo positivamente al settore bancario e IT“, spiegano i gestori. Meno entusiasmo invece per il reddito fisso: “al momento le opportunità di guadagno sono piuttosto limitate, soprattutto sui bond governativi“, concludono gli esperti. In questo ambito “favoriamo il credito high yield“.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 Bluerating: JPMorgan regina Esg

Banche Ue-Usa, la superlega delle top 15: utili come la sola JpMorgan

JPMorgan, la Super Lega costa cara

NEWSLETTER
Iscriviti
X