NN IP, il reddito fisso è ancora un’opportunità. Ecco perché

A
A
A

Secondo uno studio condotto da NN IP, il mercato obbligazionario presenta diverse difficoltà ma ciò non significa che non vi siano opportunità per gli investitori che le sanno cogliere.

Gianluca Baldini di Gianluca Baldini3 novembre 2015 | 09:51

IL SONDAGGIO – Secondo una nuova indagine condotta da NN Investment Partners (NN IP) su un panel di 103 investitori istituzionali internazionali, attualmente questi ultimi si aspettano un rendimento medio annuo del 3% dalle strategie obbligazionarie. L’indagine ha inoltre rivelato che il 47% di loro definisce le condizioni attuali del mercato obbligazionario come “difficili”, con un intervistato su otto (12%) che le definisce “molto difficili”. Soltanto il 4% degli intervistati ritiene che il contesto sia “facile”. Allo stesso tempo, secondo il 42% degli intervistati è difficile per i gestori di fondi obbligazionari realizzare performance positive durante tutto il ciclo dei tassi di interesse, rispetto al 27% che lo ritiene invece facile.

IL COMMENTO DELL’ESPERTO – Sylvain de Ruijter
(nella foto), responsabile delle gestioni obbligazionarie globali presso NN Investment Partners e gestore del comparto NN (L) Global Bond Opportunities, ha commentato: “L’attuale contesto, per investire nel reddito fisso, non è semplice ma non lo è mai stato. La sfida consiste nel farlo in maniera ottimale. Nelle aree “sicure” dell’universo obbligazionario, i rendimenti sono infatti molto bassi. Ad esempio, i rendimenti dei titoli governativi ad alto rating di molti paesi del G10 sono inferiori all’1%. Tuttavia, se si è disposti ad assumersi un rischio maggiore, si possono trovare anche aree caratterizzate da rendimenti interessanti, che superano il 7%. “Esistono molte opportunità, ma sono necessarie prudenza e competenza per raggiungere la diversificazione ottimale e il giusto compromesso tra rischio e rendimento. Se gli investimenti sono effettuati da gestori con esperienza, vi sono opportunità per incrementare il valore dei propri asset. Un portafoglio diversificato, con un rischio gestito attivamente, può generare rendimenti soddisfacenti su un orizzonte temporale di vari anni.” Se resta difficile generare rendimento, NN Investment Partners ritiene che esistano ancora opportunità nell’ambito del reddito fisso, senza che gli investitori debbano assumersi livelli di rischio troppo alti. Collaborando con esperti del settore è possibile individuare opportunità e trasformarle in rendimenti. Il processo d’investimento di NN Investment Partners, perfezionato in oltre 20 anni, si basa sull’analisi approfondita dei fondamentali a medio e lungo termine e si pone l’obiettivo di offrire rendimenti elevati ai propri clienti. De Ruijter prosegue: “I tassi d’interesse hanno raggiunto minimi record dopo un periodo di rallentamento della crescita globale. In un momento in cui il rialzo dei tassi rappresenta una sfida per i mercati globali, è fondamentale che gli investitori abbiano una strategia predefinita per limitare i rischi e sfruttare le giuste opportunità. Il nostro scenario di base resta quello di un “rialzo graduale dei tassi” da parte della Fed nell’anno in corso, a condizione che le turbolenze del mercato non si ripresentino con violenza.”

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

NN IP, il First Class Multi Asset Fund supera il miliardo in gestione

Il più grande fondo sui green bond a livello globale è targato NN IP

Obbligazioni convertibili, un mondo da scoprire

NN Investment Partners si rafforza con Babb

Nuovo fondo sugli Emergenti per NN Investment Partners

NN IP: emergenti, nel 2018 ancora buone prospettive di crescita, ma c’è l’incognita Fed

NN IP: economia globale in crescita, ma persistono venti contrari

Azionario USA, rally o bolla di mercato?

NN Investment Partners: Francia, i rischi di una presidenza Le Pen

NN IP, al via la partnership con South Pole Group

NN Investment Partners: il voto olandese non spaventa i mercati

Classifiche Bluerating: NN Investment Partners in testa tra i fondi obbligazionari area euro-governativi

Tre ingressi Sri per NN Investment Partners

Classifiche Bluerating: Nordea in testa tra i fondi obbligazionari Usa-corporate

Huntjens (NN IP): “India e Indonesia eclissano la Cina”

NN Investment Partners: trimestrali, ecco perché gli Usa battono l’Eurozona

I fondi di NN Ip saranno distribuiti dalla struttura private di Bpm

Classifiche Bluerating: Nn Ip in testa nella categoria obbligazionari area euro inflation linked

NN Investment Partners si rafforza con Lewis Jones

NN Investment Partners, Claudia Corso a capo del marketing

NN Investment Partners, i mercati emergenti verso una nuova ripresa

L’high yield europeo offre ottimi rendimenti

Moonen (NN Investment Partners): “I mercati Usa meglio dell’Europa”

NN Investment Partners, il rialzo della Fed potrebbe arrivare a luglio

NN Investment Partners, torna la fiducia sul debito degli Emergenti

NN Investment Partners si rafforza con Michela Molinaro

Gli istituzionali puntano sui fondi multi-asset alla ricerca di rendimento

NN Investment Partners, 5 Paesi emergenti molto vulnerabili

NN Investment Partners: tragedia greca, in che atto siamo?

NN IP, il tempo della Grecia sta per scadere

Morgan Stanley Investment Management annuncia due nuovi ingressi

Da ING IM a NN Investment Partners, cambia il brand

NN Investment Partners: gli istituzionali e l’attrazione per il multi asset

Ti può anche interessare

Fondi d’investimento, il migliore e il peggiore del 7/3/2019

La rubrica del risparmio gestito ...

La crisi turca vista dal gestore

La lira crolla, cosa dobbiamo aspettarci? ...

Fondi comuni, negli Stati Uniti costano meno

Un report di Pwc citato dal settimanale Plus24 del Sole24Ore evidenzia come le fee applicate Oltreoc ...