Coima Sgr acquista l’ex sede Inps a Milano

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 5 Gennaio 2016 | 14:41
Il palazzo, edificato all’inizio degli anni ’60 e in disuso dal 2012, è costituito da diciotto piani fuori terra e tre interrati per una superficie complessiva di circa 40.000 mq

L’ACQUISIZIONECoima Sgr ha fatto sapere di aver perfezionato l’acquisto della torre, ex sede dell’Inps, in via Melchiorre Gioia 22 a Milano. L’immobile è stato acquisito dal Fondo Immobili Pubblici (FIP), per conto del fondo Porta Nuova Gioia. Il palazzo, edificato all’inizio degli anni ’60 e in disuso dal 2012, è costituito da diciotto piani fuori terra e tre interrati per una superficie complessiva di circa 40.000 mq. La strategia prevede il riposizionamento completo dell’immobile attraverso la sua demolizione integrale e lo sviluppo di un nuovo edificio a torre, che andrà a costituire un segno distintivo nello skyline di Milano.

UN PROGETTO URBANO – In particolare, nella definizione del progetto Coima Sgr intende promuovere un progetto urbano in condivisione con l’amministrazione comunale e con la Regione Lombardia al fine di contribuire alla riqualificazione del quartiere con i medesimi canoni qualitativi utilizzati per quella realizzata in Porta Nuova, in particolare con l’obiettivo di ampliare in continuità gli spazi pedonali favorendo funzioni che possano animare e integrare nella città questa parte di Milano. Il concept design preliminare del nuovo edificio è stato affidato allo studio Pelli Clarke Pelli Architects (PCPA), già masterplan architect di Porta Nuova e designer della Unicredit Tower. “Questo importante progetto dimostra come primari investitori istituzionali internazionali con orizzonte di investimento di lungo periodo siano pronti a investire in operazioni di sviluppo economico in grado di favorire rigenerazione urbana e riqualificazione. Il progetto che sarà elaborato insieme a Cesar Pelli avrà come obiettivo l’ampliamento del quartiere di Porta Nuova con l’avvio della quarta fase progettuale battezzata Porta Nuova Gioia”, ha dichiarato Manfredi Catella, fondatore e ceo di Coima Sgr. Per l’acquisizione dell’edificio Coima Sgr è stata assistita da Chiomenti Studio Legale e Freshfields Bruckhaus Deringer per gli aspetti giuridici, da Maisto e Associati per gli aspetti fiscali, dallo Studio Bardelli e Studio Torrani per gli aspetti amministrativi e da Arcadis e Coima per la parte tecnica. Le linee guida del progetto sono state impostate dallo studio Pelli Clarke Pelli Architects (PCPA) con l’assistenza dello studio Caputo e partners. FIP è stato assistito da ERRELegal per gli aspetti giuridici e fiscali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Porta Nuova: la nuova Gioia(22) di Coima Sgr

NEWSLETTER
Iscriviti
X