Risparmio gestito, risk manager cercasi

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 13 Gennaio 2016 | 14:01
Secondo uno studio di Technical Hunters cresce di oltre il 15% la domanda di figure finanziarie dedicate al controllo e alla gestione del rischio nelle società di risparmio gestito.

CRESCE LA DOMANDA – Cresce di oltre il 15% la domanda di figure finanziarie dedicate al controllo e alla gestione del rischio nelle società di risparmio gestito, con stipendi che possono raggiungere i 60 mila euro lordi l’anno. E’ quanto emerge da una ricerca effettuata da Technical Hunters, società italiana di head hunting. I più richiesti in questo ambito sono il Risk manager e il Compliance manager, ma si riscontra un incremento nella ricerca di Account manager, per l’area business della società e di Controller preposti all’area amministrativa aziendale.

UN CONTESTO IN EVOLUZIONE – “Il mercato sta cambiando sotto la spinta di un’internazionalizzazione sempre più accentuata e di una produzione normativa in costante evoluzione”, commenta Manuela Tagliani, manager della società di headhunting Technical Hunters, “ e questo spiega perché in Italia si assiste all’incremento di profili più orientati al controllo dei rischi e alla gestione della relazione con i clienti finali”. Tra i profili più richiesti troviamo il Risk manager, che si occupa della realizzazione dei modelli di analisi di rischio e del consolidamento e sviluppo del sistema di risk management e il Compliance manager, responsabile del controllo dell’efficienza dei processi e del monitoraggio del rischio di non compliance, suggerendo, ove si riscontrassero delle discordanze, opportuni interventi correttivi. Per queste figure la ricerca si concentra su seniority intorno intorno ai 7- 8 anni, spesso maturata all’interno di altre realtà finanziarie, mentre lo stipendio può variare tra i 50 mila e i 60 mila euro. Quanto all’area business delle società di risparmio gestito, si segnala un incremento della domanda di account manager. L’Account manager è responsabile dello sviluppo e del mantenimento delle relazioni a lungo termine con il portafoglio clienti assegnato e della gestione dell’offerta dei prodotti di risparmio gestito. L’esperienza richiesta è intorno ai 4-5 anni, mentre lo stipendio si attesta tra 35 mila e 40 mila euro. Infine, lo studio evidenzia anche la ricerca, in ambito amministrativo, di Controller, preposti al monitoraggio delle performance, per proporre a investitori e management strategie di crescita mirate e di responsabili della gestione amministrativa dei fondi, che monitorano la contabilità dei fondi fino al bilancio. Per queste figure, la cui provenienza da una società di revisione è un plus, è richiesta un’esperienza superiore ai 4-5 anni e con retribuzioni che si aggirano tra i 40 mila e i 50 mila euro.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

NEWSLETTER
Iscriviti
X