Profumo e il management concludono l’acquisizione di Equita

A
A
A
Gianluca Baldini di Gianluca Baldini 26 Gennaio 2016 | 08:01
L’ex numero uno di UniCredit ha concluso con il management della società l’acquisizione della maggioranza di Equita SIM.

A seguito dell’approvazione dell’operazione da parte di Banca d’Italia, Alessandro Profumo e il management di Equita SIM. hanno completato l’acquisto della partecipazione di maggioranza detenuta da J.C. Flowers & Co in Equita stessa, mediante il veicolo societario Turati 9 (seguito dallo studio 5Lex), costituito da Alessandro Profumo con Francesco Perilli, Fabio Deotto, Matteo Ghilotti, Stefano Lustig, Andrea Vismara e da Manco Spa, società che fa capo al management e che già partecipava al capitale di Equita.

A valle dell’operazione Equita è dunque posseduta interamente da Turati 9 e da Manco SpA e quindi dai professionisti che lavorano all’interno di Equita stessa. Alessandro Profumo ricopre la carica di presidente, Thierry Portè, partner del fondo J.C. Flowers & Co, rimane in consiglio di amministrazione in qualità di vice-presidente mentre Francesco Perilli continua a svolgere il ruolo di amministratore delegato di Equita.

L’accordo rappresenta l’avvio di una partnership tra Alessandro Profumo, banchiere di grande esperienza già alla guida di primarie istituzioni finanziarie italiane quali UniCredit e Banca Monte dei Paschi di Siena, ed il management di Equita. La partnership è finalizzata a proseguire e rafforzare la missione strategica di Equita quale principale investment bank italiana indipendente, focalizzata in particolare sull’assistenza alle imprese italiane nel loro sviluppo, sull’offrire ai propri clienti accesso al mercato dei capitali e sulla consulenza agli investitori istituzionali.

Equita ha agito quale unico advisor finanziario dell’operazione mentre gli aspetti legali sono stati seguiti da Giovanni Gazzaniga di Allen & Overy per conto di J.C. Flowers & Co., da Roberto Cappelli di Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners per conto di Alessandro Profumo e da Sara Biglieri di Rucellai & Raffaelli per conto del management di Equita. Gli aspetti di natura fiscale sono stati seguiti da Paolo Ludovici dello studio Ludovici & Partners.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Esg, quanta strada deve ancora fare

Equita-Euromobiliare AM rafforzano la collaborazione con un fondo

Bankitalia, Visco: pmi soffocate

Ti può anche interessare

DeA Capital alle grandi manovre

DeA Capital annuncia l’ingresso nel capitale di Quaestio Holding e l’acquisizione del mandato di ...

Oddo BHF AM, ecco il primo fondo di debito privato per finanziare le imprese tedesche

ODDO BHF Asset Management ha finalizzato il primo closing del fondo di debito privato ODDO BHF Mitte ...

Mediobanca sgr, scelta responsabile

Mediobanca SGR, ha siglato i Principi per l’Investimento Responsabile, l’iniziativa delle Nazion ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X