L’asset management affossa i conti di Lazard

A
A
A
di Gianluca Baldini 3 Febbraio 2016 | 10:54
I ricavi nel risparmio gestito sono scesi dell’8% a 260 milioni. In calo del 28,7% anche l’utile.

Lazard ha riportato nel quarto trimestre un calo del 7,4% dei ricavi a 598,3 miliono di dollari a causa dei minori introiti nella consulenza per le operazioni di M&A e nell’asset management. Le commissioni relative all’attività di M&A e altre consulenze, che pesa per quasi la metà dei ricavi operativi complessivi, sono scese nel trimestre del 5,1% a 282,1 milioni di dollari.

I ricavi nell’asset management sono diminuiti dell’8% a 260,6 milioni. L’utile è sceso del 28,7% ma è sopra le attese degli analisti. L’utile netto adjusted si è attestato a 122,9 milioni, pari a 92 centesimi per azione, in calo da 172,4 milioni, pari a 1,29 centesimi dell’anno precedente, sopra le stime di 87 centesimi.
Sui ricavi le attese degli analisti si posizionavano in media a 574,9 milioni, secondo Thomson Reuters. Lazard, al settimo posto nella classifica mondiale nella consulenza M&A, secondo Thomson Reuters, nei giorni scorsi aveva annunciato il pagamento di un dividendo straordinario di 1,2 dollari per azine, in rialzo dalla cedola straordinaria di 1 dollaro pagata nel 2015.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Le obbligazioni convertibili sovraperformeranno anche nel 2021

Biden presidente Usa potrebbe rivelarsi positivo per il debito dei mercati emergenti

Azionario, Lazard AM: l’Europa sta diventando più “investibile”

NEWSLETTER
Iscriviti
X