The 1.2 Fund Lux continua a sorprendere anche nel 2016

A
A
A

Il miglior fondo del 2015 nella categoria Morningstar “Alternativi-Volatilità” conferma la qualità della strategia anche a fronte della volatilità di inizio anno.

Biagio Campo di Biagio Campo18 febbraio 2016 | 08:19
CONTINUA LA CORSA – Inserito all’interno della gamma della Multipartner Sicav, il fondo The 1.2 Fund Lux ha come investment manager la boutique londinese Option Solutions LLP, con un team di gestione che vede fund manager italiani (Paolo Compagno, Andrea De Lorenzo Smit) e inglesi (James Manson). La strategia replica quella del fondo offshore che in oltre 7 anni ha generato un rendimento medio annuo di circa il 9% (co tro il 6,4% di S&P500). Anche le performance del fondo in formato Ucits risultano eccellenti: dal lancio (il 30 maggio 2014) la classe istituzionale è in guadagno di oltre il +13.5%, e ha chiuso il 2015 con +13.14%. Da inizio anno il progresso si assesta al +2.3% (contro -5.4% dello S&P500), a conferma della capacità di offrire un rendimento positivo sia in mercati in salita che in mercati in discesa o stabili.
STRATEGIA - La politica di gestione si basa sulla vendita e l’acquisto di opzioni, aventi come sottostante il future dello S&P 500. I gestori privilegiano lavorare sulle scadenze brevi (massimo di 4-5 settimane di distanza), o con scadenze più vicine (settimanali o fine mese), cercando di sfruttare i movimenti di mercato ed i conseguenti aumenti di volatilità. Il target è flessibile e dipende dal livello di volatilità del mercato: quando il VIX è basso viene ridotto anche il target. La presenza a mercato non è costante, qualora i gestori riscontrassero criticità o possono decidere di rimanere completamente liquidi aspettando il momento ottimale di ingresso. Per la strategia del Fondo le condizioni ideali prevedono una volatilità ai livelli di media storica o superiore, mentre i momenti di maggiore criticità corrispondono a forti aumenti di volatilità in tempi brevi.  Il controllo del rischio avviene tramite l’utilizzo di futures, con ordini automatici di acquisto o vendita a determinati livelli, o tramite l’acquisto di opzioni. Il Fondo ha una limitazione nell’utilizzo della leva finanziaria pari a 2, comunque vi è l’obiettivo di mantenere la leva al di sotto di 1 ed il portafoglio inizia ad essere aggiustato già al raggiungimento della leva 0.5. Il The 1.2 Fund Lux ha uno stop loss del 3%. Il fondo è registrato per la distribuzione retail anche in Italia. I collocatori sono Allfunds, Banca del Fucino, Bpm, Fundstore, Iwbank e Webank.
 

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Investimenti, bond pronti a fare il rimbalzo

“Il 2019 sarà un anno promettente per le obbligazioni dei paesi emergenti”. È l’opinione di ...

Fondi, licenziamenti nelle case di gestione

Nel 2019 è previsto un drastico taglio al personale di molte società di asset management ...

Fondi di investimento, i migliori a livello europeo nel settore Esg

Chi è il re dei fondi d’investimento azionari legati ai criteri Esg? In Europa a guidare le f ...