Pictet Russian Equities R registra segnali di ripresa

A
A
A
di Luca Spoldi 25 Febbraio 2016 | 15:49
Pictet Russian Equities R manda qualche segnale di ripresa dopo l’accordo sul petrolio tra Russia e Arabia Saudita. Ma la strada per un pieno recupero resta ancora lunga

SEGNALI DI RIPRESA DALLA RUSSIA – Pictet Russian Equities R, comparto mobiliare aperto autorizzato di diritto estero gestito da Pictet Sicav che investe in titoli azionari di emittenti russi approfitta del migliorato clima sui mercati dopo l’accordo tra Arabia Saudita e Russia per porre un tetto massimo alla produzione petrolifera dei due paesi e recupera il 4,78% al termine della seduta di lunedì scorso, riducendo così all’1,72% la perdita da inizio anno.

LA STRADA PER IL RECUPERO E’ ANCORA LUNGA
– Meno brillanti risultati a 12 mesi (-11,99%), sia pure con un indice di Sharpe positivo e pari a 0,54, nonché quelli a 3 anni (-34,93%) e a 5 anni (-46,29%), con indici di Sharpe di poco negativi a conferma di quanto gli ultimi anni siano stati problematici sui mercati emergenti anche per gli investitori istituzionali. Rispetto ad altri fondi di categoria il prodotto di Pictet non ha comunque brillato in questi anni, tanto che se a un 1, 3 e 4 anni la performance cade nel terzo quartile, a 2 e a 5 anni scivola nel quarto quartile.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation: meno Giappone nei portafogli

Pictet: i mercati finanziari nel mondo post pandemia

Investimenti, tutti i vantaggi delle obbligazioni societarie asiatiche

NEWSLETTER
Iscriviti
X