Ewald (Allianz GI): “Dalle rinnovabili rendimenti a lungo termine”

A
A
A
di Chiara Merico 10 Maggio 2016 | 06:49
Il gestore Martin Ewald illustra a Bluerating.com la strategia di investimento del fondo Allianz Renewable Energy Fund II.

Un settore interessante e ancora poco esplorato: è quello delle energie rinnovabili, su cui si concentra la strategia di investimento del fondo Allianz Renewable Energy Fund II di AllianzGI. Bluerating.com ne ha discusso con Martin Ewald (nella foto), head investment strategy del fondo

Qual è l’approccio di investimento Allianz Renewable Energy Fund II?
Il fondo, destinato esclusivamente alla clientela professionale, non investe in azioni di società quotate del settore delle energie rinnovabili, ma direttamente negli impianti per la produzione di energia eolica e solare. Investiamo quindi nei veicoli speciali di investimento che sono proprietari degli impianti e ne gestiscono l’esercizio. Le ragioni non sono legate soltanto al tema della sostenibilità ambientale: per AllianzGI questo investimento dà la possibilità di generare flussi di cassa a lungo termine che sono per la maggior parte decorrelati. Quello che offriamo ai nostri clienti è, in sostanza, una sorta di alternativa all’investimento obbligazionario. L’investitore in bond governativi oggi non può contare su ottimi rendimenti, ma tuttavia ricerca un investimento nel lungo termine ed è proprio questo quello che noi offriamo. Siamo in grado di fornire al cliente un flusso di cassa stabile, e ci riusciamo investendo negli impianti energetici, solari ed eolici: le spese operative sono molto basse così, una volta acquistate queste aziende, le rendiamo operative e le teniamo per tutta la durata della loro vita, che è di circa 25 anni.

Qual è la situazione attuale sul mercato delle energie rinnovabili?
I mercati in cui noi investiamo sono oggi molto maturi. Il boom delle rinnovabili è stato circa cinque anni fa e l’area era in forte crescita. Ora invece il mercato non è più una nicchia ed è molto maturo.

Siete interessati a investire anche in Italia?
Sì. Il nostro approccio di investimento abbraccia tutta l’Europa: puntiamo a investire nel solare e nell’eolico, e questo è il nostro focus. Entrambe queste tipologie di energia rinnovabile sono disponibili in Italia, il solare in particolare è molto diffuso. In ogni caso per noi è importante bilanciare adeguatamente rischi e rendimenti, quindi quando scegliamo i progetti su cui puntare stiamo molto attenti a vedere quali corrispondono ai nostri requisiti, e questo vale, ovviamente, anche per l’Italia.

Quali sono i rischi e quali i vantaggi dell’investimento nel settore delle energie rinnovabili?
Il vantaggio principale è il fatto che in questo modo, soprattutto per gli investitori con un orizzonte temporale a lungo termine (che di solito investono in bond), si può generare un alto rendimento nel lungo periodo, con un approccio sostanzialmente decorrelato. Questo perché una volta finalizzato l’acquisto dell’impianto, che comporta elevati capex, i costi operativi sono poi piuttosto bassi e stabili. Sul fronte dei rischi, invece, l’investitore deve tener presente che il fondo è in sostanza il proprietario di queste aziende. Si tratta quindi di un’asset class illiquida, e l’investitore deve conoscere gli aspetti tecnici di questo genere di transazioni. L’approccio è per certi versi simile a quello di un private equity, ma con un approccio di investitore infrastrutturale di lungo periodo.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti