Pir, raccolta col turbo fino al 2021

A
A
A

Secondo le previsioni di Intermonte, in 5 anni i flussi verso i piani individuali di risparmio raggiungeranno i 68 miliardi di euro

Andrea Telara di Andrea Telara14 settembre 2017 | 10:06

Un futuro roseo attende i pir (piani individuali di risparmio), almeno da qui al 2021. Secondo le previsioni diffuse ieri da Intermonte, i flussi verso questa forma di investimento che ha debuttato in Italia a gennaio saranno pari complessivamente a 68 miliardi di euro nell’arco dei prossimi 5 anni. Già da quest’anno, la raccolta dei pir viaggia col turbo: nella prima metà del 2017 i piani di risparmio hanno registrato flussi netti per 5 miliardi di euro circa, che saliranno a 10 miliardi entro dicembre.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Intermonte si rafforza con Ferruta

Intermonte lancia la sua sicav

Pir, boom anche nel 2018

Ti può anche interessare

State Street rafforza l’offerta Esg con una nuova soluzione di data & analytics

I nuovi strumenti aiutano i clienti a misurare i rischi Esg e ad accrescere la trasparenza degli asp ...

Natixis Global Am rafforza il team italiano con Falchieri

Basato a Milano, il manager avrà il compito di ampliare e sviluppare le relazioni con i clienti di ...

Risparmio gestito, asset al raddoppio nei prossimi 10 anni

Secondo una ricerca di Pwc, le masse del wealth management saliranno da 84,9 a 145,4 trilioni di dol ...