Scelzo (Copernico Sim): più trasparenza nei fondi d’investimento

A
A
A
Andrea Telara di Andrea Telara 6 Giugno 2016 | 07:24
In un’intervista a Plus24, il manager invita a rivedere le regole che consentono alle sgr di fare movimentazioni sui titoli con operatori dello stesso gruppo.

CONFLITTI D’INTERESSE – Ci vuole più trasparenza sui costi di negoziazione dei titoli presenti nel portafoglio dei fondi d’investimento. E’ questo, in sintesi, il messaggio lanciato in un’intervista a Plus 24, inserto settimanale del Sole 24Ore, da Saverio Scelzo, presidente e amministratore delegato di Copernico Sim. Secondo Scelzo, bisognerebbe dare più visibilità ed esplicitare chiaramente ai clienti una particolare categoria di voci di costo: quelle per le movimentazioni sui titoli presenti nei portafogli dei fondi comuni. Spesso, infatti, le società di gestione del risparmio eseguono queste operazioni attraverso dei broker che fanno parte del loro stesso gruppo, con un evidente conflitto di interessi che è in contrasto con i dettami della Mifid. La direttiva europea sui servizi finanziari, infatti, impone alle sgr il principio della best esecution, cioè l’obbligo di ricercare sul mercato il broker che applica le tariffe più convenienti, non quello che fa guadagnare la casamadre, a spese dei risparmiatori che hanno acquistato i fondi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Copernico, doppietta di giovani per il futuro

Copernico Sim, nuovi servizi e rafforzamento della rete per sostenere la crescita. L’analisi di Market Insight

Copernico sim mille culure

NEWSLETTER
Iscriviti
X