Natixis: Npl, Atlante non basta

A
A
A

Secondo Philippe Waechter il sistema bancario italiano è ancora a rischio: serve una ricapitalizzazione e probabilmente una ristrutturazione del settore per limitare il numero troppo elevato di banche di piccole dimensioni.

Chiara Merico di Chiara Merico1 luglio 2016 | 08:52

ATLANTE NON BASTA – “Il sistema bancario italiano è caratterizzato ancora da un ammontare cospicuo di Npl (non performing loans, ossia crediti deteriorati) e il fondo Atlante, lanciato ad aprile, non è sufficiente per gestire tale ammontare. La Bce, comunque, offrirà il proprio sostegno al settore affinché abbia tempo per ricapitalizzarsi e avviare un processo di concentrazione”, spiega Philippe Waechter, capo economista di Natixis Asset Management. “Tale situazione riflette il fatto che la crescita economica negativa (trend che continua dal 2009) e il tasso di inflazione a zero (a volte negativo) non sono compatibili con le modalità con le quali il sistema bancario italiano è stato gestito. In altre parole, in passato, il tasso di inflazione è stato più alto rispetto alla media europea. Questo ha permesso di ridurre lo stock di Npl e probabilmente è una buona ragione che può spiegare la resistenza del settore. Ciò spiega anche la sua struttura composta da due grandi banche (Unicredit e Intesa Sanpaolo) e da una miriade di banche minori e più fragili. L’economia è cambiata profondamente e questo tipo di “aggiustamento” oggi non è più possibile. Lo stock di Npl non può essere ridotto grazie all’inflazione, troppo bassa, e la crescita negativa a partire dalla crisi del 2008 ha aumentato i casi di defualt o mancato pagamento che contribuiscono a loro volta ad aumentare i Npl”.

IL SISTEMA E’ ANCORA A RISCHIO – “Il sistema è ancora a rischio (come emerso dall’Aqr del 2014) e c’è la necessità di una ricapitalizzazione e, probabilmente, di una ristrutturazione del settore per limitare il numero troppo elevato di banche di piccole dimensioni. Attualmente però la Bce continua a immettere molta liquidità attraverso il quantitative easing e attraverso le operazioni Tltro. Questo limita la necessità di intervenire, come è invece accaduto in Spagna, e permetterà al settore di migliorare qualora la situazione macroeconomica dovesse essere più rosea. In altre parole, la Bce si aspetta che la situazione economica italiana possa migliorare in modo da facilitare la ristrutturazione del settore bancario, evitando manovre pesanti. La Bce sta riducendo i rischi sui bilanci delle banche italiane e sta facendo il possibile per migliorare il contesto macroeconomico. Se tali azioni dovessero funzionare, possiamo aspettarci delle fusioni e, alla fine del processo, un settore bancario certamente più solido. Ma ciò deve ancora avvenire, mentre rimane la domanda sulla capacità del settore di resistere con le attuali caratteristiche”, conclude Waechter.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Natixis, trimestre da incorniciare per il risparmio gestito

I cf italiani preferiscono la gestione attiva

SdR18/Bottillo (Natixis IM): “Attivi, what else?”

Natixis Asset Management cambia nome

Consulenti, il sottile equilibrio tra breve e lungo termine

Natixis, nuovo certificato multi sottostante

Natixis IM: “Così investono i millennial”

Natixis Global Am diventa Natixis Investment Managers

Natixis affila le armi per il 2020

Guez sale in Mirova (Natixis)

Blueindex: il rimbalzo dei finanziari fa volare Natixis, Barclays e Deutsche Bank

SdR 17, Bottillo (Natixis): “Le strategie alternative piacciono ai cf”

Natixis Global Am: gli investitori istituzionali disposti a rischiare di più

Blueindex: Natixis in luce, Banco Bpm in altalena

Blueindex: le minori tensioni sui titoli di stato fanno bene a Banco Bpm

Natixis Global Am: dai risparmiatori italiani aspettative non realistiche

Robo-advisor: per 3 consulenti su 4 sono ok per migliorare l’efficienza

Natixis, il roadshow fa tappa a Catania il 20 ottobre

Natixis amplia il team di marketing con Maurizio Mazzarelli

Blueindex: Bpm sprinta in una giornata senza sorprese

Banca Generali apre le porte a Natixis Global Am

Natixis Global AM: è ora di tornare a guardare ai mercati emergenti?

Blueindex: Natixis corre anche più di Mps

Natixis, ritratto dell’investitore moderno

Classifiche Bluerating: Natixis in testa sugli Obbligazionari Area Euro

Video intervista, Bottillo (Natixis Gam): “In Italia continuiamo a crescere”

Brexit, Natixis: “Le regole cambieranno drammaticamente”

Natixis GAM rafforza il team con Avonto e Grzunov

Blueindex: Man Group si riprende, stacco cedola per Credit Agricole e Natixis

Ricerca Natixis: investitori italiani confusi, ma pronti a cambiare

Blueindex: Natixis rimbalza, tonfo per Raiffeisen International

Blueindex: Banca Mediolanum prova a ripartire

Natixis Asset Management, ecco il nuovo ceo

Ti può anche interessare

TCW: c’è del valore per gli investitori obbligazionari nell’US Healthcare?

Nonostante alcuni difetti strutturali, l'ecosistema sanitario Usa offre opportunità di investimento ...

Intesa, Mediolanum e Allianz, la resistenza del gestito

Le società che hanno sconfitto i deflussi di dicembre ...

Btp, corrono rischi anche per l’arrivo dei Cir

Nuovi rischi in vista per i titoli di stato italiani ...