Jupiter lancia un fondo absolute return

A
A
A

Il prodotto punta a generare un rendimento assoluto in un periodo di tre anni, indipendentemente dalle condizioni di mercato, investendo a livello globale.

Chiara Merico di Chiara Merico20 luglio 2016 | 12:13

IL LANCIO – Jupiter Asset Management amplia la propria gamma di fondi con il lancio della sicav Jupiter Global Absolute Return. In qualità di sotto-fondo della sicav Jupiter Global fund, il nuovo fondo absolute return punta a generare un rendimento assoluto in un periodo di tre anni, indipendentemente dalle condizioni di mercato, investendo a livello globale. Il fondo sarà gestito da James Clunie, a capo delle strategie absolute return di Jupiter. Nei suoi 27 anni di carriera nella gestione degli investimenti, James Clunie si è costruito una solida reputazione nella gestione di strategie long/short. Ha gestito una strategia absolute return globale di successo da 433mila euro in una unit trust UK in Jupiter dal suo ingresso nella società a settembre del 2013, sovraperformando il benchmark del fondo di oltre il 10% in questo intervallo di tempo. Prima di entrare in Jupiter, Clunie gestiva un fondo UK long/short così come svariati fondi UK long-only. Clunie è principalmente un investitore di tipo bottom-up e utilizza una combinazione di analisi fondamentale e quantitativa per la costruzione dei suoi portafogli, facendo uso di screening quantitativi per identificare le potenziali occasioni di titoli long e short. Sebbene monitori il contesto macroeconomico e utilizzi un’analisi top-down per contribuire alla mitigazione dei rischi, il suo processo di investimento) non è guidato da considerazioni macro.

CERCARE VANTAGGI INFORMATIVI E COMPORTAMENTALI – James Clunie, gestore del fondo Jupiter Global Absolute Return, ha affermato: “Dal mio punto di vista, investire con successo significa rintracciare vantaggi informativi e comportamentali: guardo a comprendere l’ecologia del mercato, le distorsioni emotive e comportamentali e le anomalie che esse possono creare. Ho esperienza accademica e pratica per quanto riguarda lo short selling dei singoli titoli azionari e credo che sia proprio questa l’area in cui posso contribuire a portare valore agli investitori“. Clunie è anche professore onorario all’Università di Edinburgo e ha conseguito un dottorato di Ricerca sullo short selling, pubblicando libri e saggi accademici sul tema. Ha inoltre prestato servizi di consulenza alla Banca Mondiale e tenuto lezioni alla SWUFE, una delle università cinesi di riferimento per lo studio dell’economia e della finanza. Andrea Boggio, head of Italy di Jupiter Asset Management, ha affermato: “La base clienti internazionale di Jupiter è in crescita e siamo lieti di ampliare la nostra offerta di prodotti per andare incontro a questa domanda. James Clunie è un gestore dal talento eccezionale e crediamo che questa sia un’ottima opportunità per gli investitori per accedere a una strategia absolute return di successo.”


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Il 2020, l’anno della sostenibilità

Argentina contro Colombia, la Copa América si gioca anche sui mercati

Jupiter Am, promozione per Porro

Ti può anche interessare

BNP Paribas AM, SRI piacciono agli europei…ma non troppo

Per il secondo anno consecutivo, BNP Paribas Asset Management (BNPP AM) pubblica uno studio sul comp ...

Assogestioni, novembre col turbo. Intesa vince sempre

Dopo un ottobre chiuso con poco più di un miliardo di afflussi, il mondo italiano dell’asset ...

GAM, nuova nomina per gli alternativi

GAM nomina l’Head of Research per il dipartimento Alternative Investment Solutions ...