Poste Italiane accelera su Pioneer

A
A
A
di Chiara Merico 18 Ottobre 2016 | 06:36
Secondo quanto riferisce MF – Milano Finanza, la società guidata da Francesco Caio ha deciso di presentarsi all’appuntamento del 3 novembre, termine per la presentazione delle offerte vincolanti, con le mani libere da vincoli su Anima.

LA MOSSA – Importante mossa di Poste Italiane nella partita per aggiudicarsi Pioneer, la società di risparmio gestito messa in vendita da UniCredit. Secondo quanto riferisce MF – Milano Finanza, la società guidata da Francesco Caio ha deciso di presentarsi all’appuntamento del 3 novembre, termine per la presentazione delle offerte vincolanti, con le mani libere da vincoli su Anima, partner in questa iniziativa. Poste Italiane, che detiene infatti il 10% di Anima, ha deciso infatti di sfilarsi dall’intesa con la Banca Popolare di Milano, proprietaria di un altro 14,6% della società di gestione.

L’ACCORDOPoste e Bpm avevano un accordo in scadenza ad aprile 2017, in base al quale tutte e due si impegnavano a non superare la soglia del 25% del capitale di Anima e a non vendere più del 5% per Bpm e dello 0,5% per Poste. A scadenza l’intesa si sarebbe rinnovata per tre anni, a meno che una delle due parti non avesse disdetto: e questo è quello che ha fatto Poste Italiane. “Si tratta di una mossa preparatoria all’acquisto di Pioneer”, hanno sottolineato gli analisti di Kepler.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X